Ap 11,1-12; Sal 75; Gv 12,44-50

Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo. (Gv 12)

Parole di forza e di grande speranza per tutti gli esseri umani quelle che Gesù procnuncia nel suo grande discorso di aperta rivelazione della propria missione e della propria identità. Lui non condanna nessuno perchè è venuto a salvare; sarà la verità stessa a segnare quanti non la accolgono o la rifiutano.  La fede è luce, ed è la luce di Cristo. Quanti non accettano di ricercare, di comprendere e di seguire la parola evangelica si troveranno loro stessi nelle tenebre perchè da soli non costruiranno il senso profondo ed autentico della vita e della storia umana.

E la parola di Gesù non scaturisce da lui stesso e solo dalla sua sapienza, ma viene dal Padre, è la parola creatrice che in Cristo si rende visibile. Per Cristo andiamo al Padre e ne viviamo l’intimità.


Preghiamo col Salmo

Dio salva tutti i poveri della terra.
Dio si è fatto conoscere in Giuda,
in Israele è grande il suo nome.
È in Salem la sua tenda,
in Sion la sua dimora.
Splendido tu sei,
magnifico su montagne di preda.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi