Martedì della V settimana di Quaresima

Gen 41,1b-40; Sal 118 (119),129-136; Pr 29,23-26; Gv 6,63b-71

Da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna. (Gv 6,68)

A volte sembra una ricerca disperata. Trovare da qualche parte una parola consolatoria, un suggerimento prezioso per la vita, un consiglio buono, qualcosa che apra un varco per trovare luce sul cammino che stiamo percorrendo. Una parola che ci aiuti a vivere, che sappia indicare un percorso. Forse molto spesso non riusciamo a trovare questa parola, perché di fatto non la cerchiamo, non siamo mai in ascolto. Noi chiediamo sempre di essere ascoltati, ma difficilmente riusciamo ad ascoltare. Pietro, in questa sua celebre frase, riconosce che non trova una parola che lo aiuti davvero, che lo faccia sognare, che lo faccia vivere come quella di Gesù.

Preghiamo

Gesù apri le nostre orecchie,
crea il silenzio nel nostro cuore,
donaci di essere accoglienti
perché solo così potremo lasciare
che le tue parole trovino spazio,
possano lavorare
e trasformare la nostra anima.
Solo la tua parola apre alla vita vera,
solo la tua parola conduce alla libertà,
solo la tua parola ci dona di conoscere
le cose nella loro verità.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi