V feria prenatalizia "dell'Accolto"

Rt 3,8-18; Sal 106 (107); Est 8,3-7a.8-12; Lc 1,67-80

«Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio, ci visiterà un sole che sorge dall’alto, per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre e nell’ombra di morte, e dirigere i nostri passi sulla via della pace». (Lc 1,78-79)

Zaccaria profetizza la venuta del Signore descrivendolo come un sole che sorge. Un sole che annienta ogni ombra, un sole che pervade il mondo, un sole che illuminando traccia il cammino, svela la verità e dona la vita. Questa è la gioia del cristianesimo! È la luce della speranza che non muore mai e, se davvero accogliamo questo dono nella fede, verremo liberati da ogni timore, dalle tenebre e soprattutto dall’ombra della morte. Lasciamoci quindi scaldare e guidare da questo sole perché è verità di Gesù Cristo che ci rende liberi e ci permette di vivere la vita in pienezza nell’accoglienza anche della sofferenza, perché anche questa, se lasciamo che venga illuminata da Cristo, acquista un senso. Per cui in questo tempo di Avvento, esultiamo! Prepariamo i nostri cuori, perché la speranza più grande sta per esserci annunciata.

Preghiamo

Illumina Signore il mio cammino
sola speranza nella lunga notte.

Lucernario Ambrosiano

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi