Venerdì della III settimana di Avvento

Ez 13,1-10; Sal 5; Sof 3,9-13; Mt 17,10-13

«Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, hanno fatto di lui quello che hanno voluto». (Mt 17,12)

Il popolo di Israele aspettava da tempo la venuta di Elia come profeta ma non è stato riconosciuto nella figura di Giovanni Battista a causa della superficialità dell’uomo. Le folle erano attirate dal suo aspetto e personalità radicale ma a causa di questo il suo messaggio passava in secondo piano, così anche Gesù non fu accolto e adorato da tutti fino alla fine. Gesù è stato usato da coloro che non hanno capito lo scopo per cui è stato mandato dal Padre ma si sono interessati a lui solo per convenienza. Anche noi ogni giorno dobbiamo saper riconoscere nelle persone che ci stanno attorno coloro che sono “precursori” del Signore e che chiamano la nostra vita ad una continua conversione.

Preghiamo

Gioiscano quanti in te si rifugiano,
esultino senza fine.
Proteggili, perché in te si allietino
quanti amano il tuo nome.

Sal 5,12

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi