Giovedì della III settimana di Avvento

Ez 12,8-16; Sal 88 (89); Sof 2,1-3; Mt 16,1-12

«Allora essi compresero che egli non aveva detto di guardarsi dal lievito del pane, ma dall’insegnamento dei farisei e dei sadducei». (Mt 16,12)

Dopo un incontro con i farisei, in cui avevano dimostrato la loro ipocrisia, Gesù rimprovera i suoi discepoli per non avere compreso il suo ammonimento. Nell’episodio infatti si parla di lievito: da un lato, il significato attribuito da Gesù fa riferimento alla falsità dei farisei e sadducei mentre, dall’altro, i discepoli pensano al suo valore più materiale. Il lievito è un ingrediente fondamentale da dosare con cura perché una piccola quantità nell’impasto lo fa crescere a dismisura; avendo questo grande potere, la qualità del lievito può portare sia ad un effetto negativo sia ad uno positivo. In questo senso Gesù vuole far comprendere che è importante scegliere la guida giusta che faccia crescere nel modo corretto.

Preghiamo

Sei l’anima del mondo,
la Parola porta frutto
cento volte tanto.

Stefano Colombo, Cento volte tanto

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi