Immacolata Concezione di Maria

Gen 3,9a-b.11c.12-15.20; Sal 97 (98); Ef 1,3-6.11-12; Lc 1,26b-28

 

«Rallegrati, piena di grazia: il Signore è con te».       (Lc 1,28)

 

Che belle queste parole che l’angelo rivolge a Maria e idealmente, anche a ciascuno di noi. Sono un invito alla gioia, di cui abbiamo tutti bisogno: rallegrati di una gioia che nulla ha a che fare con l’allegria o il divertimento. E’ piuttosto la gioia di Dio, la gioia vera.

Ma l’angelo non invita soltanto, consegna a Maria e a noi anche il segreto della gioia, rivelando insieme un dono inaspettato. Il segreto è la rinnovata scoperta che il Signore è con noi, è comunione, è prossimità. Tu Signore sei con me, con ciascuno di noi.

E il dono inaspettato, perché imprevedibile e immeritato, è la sua grazia, il suo amore libero e gratuito, rivelato in Maria e destinato anche a tutti noi. Quello che a noi manca però, a differenza di Maria, è la disponibilità, l’apertura di cuore.

Riempici ancora della tua grazia Signore, donaci di riconoscere che nella tua prossimità c’è anche il segreto della nostra prossimità ai fratelli più soli e dimenticati.

 

 

Preghiamo

 

Benedici il Signore, anima mia,

quanto è in me benedica il suo santo nome.

Benedici il Signore, anima mia,

non dimenticare tutti i suoi benefici.     

 

(dal Sal 103, 1-2)

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi