Martedì della III settimana di Quaresima

Gen 21,1-4.6-7; Sal 118 (119),65-72; Pr 9,1-6.10; Mt 6,16-18

Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. (Mt 6,18b)

Splendida questa parola liberante di Gesù. Nel segreto, non agitiamoci e non preoccupiamoci di quello che chi ci circonda può vedere, capire, darci e riconoscerci. Il Padre nel segreto ci rivelerà il suo segreto, quello del suo cuore, che ama rivelare ai suoi figli, alla sua discendenza. Ciò che la Bibbia chiama benedizione, quel dire bene di Dio su di noi, è la sua parola di amore per il figlio prediletto. Occorre che cerchiamo e chiediamo insistentemente questo dono. Sentire nel cuore quella voce potente che dice: «In te mi sono compiaciuto!».

Preghiamo

Apri le orecchie e gli occhi del nostro cuore, o Padre,
perché possiamo sentire e vedere la tua preziosa ricompensa,
quella destinata ai tuoi figli,
quella promessa ad Abramo
che si è completamente affidato a te
consegnandoti anche il suo figlio prediletto Isacco
come tu hai consegnato a noi il tuo figlio prediletto Gesù.
Liberaci così dall’ansia di essere notati dagli altri,
capiti sempre, ascoltati, considerati.
Tu sei la nostra eredità, la nostra ricompensa.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi