Mercoledì della II settimana di quaresima

Gen14,11-20a; Sal 118 (119),41-48; Pr 6,16-19; Mt 5,38-48

E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. (Mt 5,41)

Il discorso della montagna si propone come una modalità radicale della vita orientata all’amore totale a Dio e al prossimo. Umanamente, l’alto profilo che delinea Gesù è poco praticabile, ma attraverso la sua vita e le sue parole il Signore stesso ha aperto questa via di pienezza e totalità di dedizione a Dio. Il Signore cammina con noi, ci accompagna ogni istante della nostra esistenza. Anche nei momenti di difficoltà egli ci invita a pregarlo perché continui ad accompagnarci, un po’ come accade la sera di Pasqua in cui i due discepoli diretti a Emmaus invitano il Risorto a camminare e a restare con loro (cfr. Lc 24,13-35). L’affidamento a Gesù è il punto di partenza per poter essere accompagnati nel cammino della nostra vita e sperimentare la sua pienezza.

Preghiamo

Accompagna, Signore, il nostro cammino;
ti supplichiamo, non lasciare che nessun nostro passo
sia distante dal tuo, così da poter vivere in pienezza con te.
Amen

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi