Natale del Signore

Is 8,23b-9,6a; Sal 95 (96); Eb 1,1-8a; Lc 2,1-14

«Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce». (Lc 2,9)

Natale è la festa della luce, una luce che irrompe e dà una svolta alla storia del mondo, che avvolge gli umili, i semplici, i pastori che sono semplicemente lì vicino a quello che sta accadendo. Questa luce squarcia le tenebre e permette di camminare senza brancolare nel buio. Spesso anche noi ci troviamo nel buio delle incertezze nel cercare una via, nel buio delle nostre paure e preoccupazioni, nel buio del nostro egoismo e del nostro peccato. C’è anche chi nel buio non capisce il senso della vita ed è portato a dubitare di Dio e a pensare che egli sia indifferente ai suoi problemi; c’è il buio di chi non riesce più a sperare e vede soltanto il vuoto, il nulla; il buio di chi non riesce più a credere. In questo buio irrompe la luce del Natale, che mette in fuga tutto ciò che il buio porta con sé.
Lasciamo allora che questa luce ci avvolga e ci dica che da oggi in poi è possibile credere, sperare e amare.

Preghiamo

Il Signore è la luce che vince la notte.
Gloria, gloria cantiamo al Signore.
Gloria, gloria cantiamo al Signore.

(Giombini)

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi