MERCOLEDI 9 MARZO

 

Gen 32,23-33; Sal 118 (119),105-112; Pr 24,3-6; Mt 7,13-20

 

 

“Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi. Ogni albero che dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco”. (Mt 7,17.19)

 

Quali sono i frutti buoni e quali quelli cattivi? Quelli buoni sono i frutti che nascono dall’amore e che generano amore. Quelli cattivi sono quelli che arrivano dall’egoismo e che producono egoismo.

A causa di 46 anni di dittatura comunista in cui ogni albanese veniva spiato e controllato, tante persone si sono chiuse in se stesse, nei propri bisogni, nella propria cerchia familiare, iniziando a guardare l’altro con sospetto. La riapertura alle fedi religiose, dal 1991, ha dato speranza nuova, favorendo nuove relazioni e amore reciproco.

Dio ci libera dall’egoismo che ci opprime, c’imbruttisce, ci chiude gli orizzonti, ci rende sterili. Lasciamoci liberare da Dio!

 

Preghiamo

È come albero piantato lungo corsi d’acqua,
che dà frutto a suo tempo:
le sue foglie non appassiscono
e tutto quello che fa,
riesce bene.
Non così, non così i malvagi,
ma come pula che il vento disperde;
per ciò non si alzeranno i malvagi nel giudizio
né i peccatori nell’assemblea dei giusti,
poiché il Signore veglia sul cammino dei giusti,
mentre la via dei malvagi va in rovina.

(Salmo 1)
 

 

[da: La Parola ogni giorno. Dio non ha creato la morte, Quaresima 2016, Centro Ambrosiano, Milano]

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi