MERCOLEDÌ 17 FEBBRAIO

 

Gen 4,1-16; Sal 118 (119), 9-16; Pr 3,19-26; Mt 5,17-19

 

 

“Non crediate che io sia venuto ad abolire la legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento”. (Mt 5,17)

 

 

L’insegnamento di Gesù è certamente qualcosa di nuovo ma, lo rende chiaro lui stesso, non è venuto ad abolire la legge che fu data da Dio al suo popolo come espressione dell’alleanza. Gesù ora, attraverso la sua presenza, porta a compimento ciò che la legge ha promesso e i profeti hanno spiegato. Gesù vuole andare oltre. Vuole arrivare al cuore di ciò che Dio ha rivelato al suo popolo muovendo ancora oggi tutti noi ad una interpretazione creativa e generosa delle sue leggi. L’ascolto della sua Parola, guidati dallo Spirito, apre a spazi di libertà inaspettati per costruire qui e oggi il regno di Dio. Come Gesù impariamo ad interpretare ogni legge cercando di cogliere come viverla per il bene dell’uomo.

 

 

Preghiamo

 

Dio Padre, attraverso la Parola del tuo Figlio Gesù aiutami a comprendere i tuoi insegnamenti antichi e sempre nuovi. Possano le azioni della mia vita quotidiana proclamare la presenza del tuo Regno che insieme siamo chiamati a costruire qui in terra. Amen.

 

 

 

[da: La Parola ogni giorno. Dio non ha creato la morte, Quaresima 2016, Centro Ambrosiano, Milano]

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi