Sir 44,1.23g-45,1.6-13; Sal 98; Mc 3,7-12


“Allora egli disse ai suoi discepoli di tenegli pronta una barca, a causa della folla, perchè non lo schiacciassero”. (Mc 3 )

Gesù guarisce gli infermi e la fama di quanto va operando tra i bisognosi lo precede:  addirittura quando arrvia in un luogo già è atteso da molta gente. Ha paura di essere schiacciato. Curiosa questa immagine di Gesù che teme la pressione della folla e cerca una via di fuga andando in mezzo al lago coi discepoli. Gesù non vuole svelare la sua identità anzitempo, in qualche modo cerca il riserbo, predilige l’incontro personale, la relazione viva tra persone entro cui la sua opera può esprimersi al meglio, sanando le infermità. Forse anche la nostra testimonianza e la espressione della nostra fede verso il Cristo deve nutrirsi nel riserbo di una relazione personale, senza clamori nè eccessi di folla. Per non schiacciare o ostacolare l’intervento salvifico di Gesù.

 

Preghiamo col Salmo

 

Parlava loro da una colonna di nubi:
custodivano i suoi insegnamenti
e il precetto che aveva loro dato.
Signore, nostro Dio, tu li esaudivi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi