Venerdì, Settimana dopo Pentecoste

Es 19,20-25; Sal 14; Lc 6,12-16

Quando fu giorno, Gesù chiamò a sè i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il none di apostoli. (Lc 6)

Come Dio chiama sul monte Sinai Mosè ed Aronne, così Gesù, dopo una notte di preghiera, chiama a sè i discepoli e ne sceglie dodici. Dodici furono le tribù riunite nel popolo di Israele, e dodici sono i pilastri del nuovo Israele fondato sul Cristo. E’ un momento della massima importanza nella vita di Gesù la decisione di investire dei discepoli della missione di trasmettere i suoi insegnamenti; per noi, oggi, quella chiamata fa ripensare non solo ai tempi d’origine della comunità cristiana, con quello sparuto gruppo di persone che con determinazione seguirono il Maestro, ma anche alla rinnovata scelta dello stesso Signore che continua ad affidare la sua Parola a quanti e quante si fanno disponibili ad accoglierlo.

 

Preghiamo col Salmo

Signore, chi abiterà nella tua tenda?
Chi dimorerà sulla tua santa montagna?
Colui che cammina senza colpa,
pratica la giustizia
e dice la verità che ha nel cuore.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi