Nm 22,41-23,10; Sal 97; Gal 3,13-14; Mt 15,21-28

« “Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini”. “È vero, Signore – disse la donna –, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni”. Allora Gesù le replicò: “Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri”. E da quell’istante sua figlia fu guarita». (Mt 15,25-28)

 

Gesù loda questa donna cananea per la sua grande fede. E le dice: «Avvenga per te – cioè grazie a te, alla tua fede – ciò che desideri». Un aspetto singolare della fede di questa “straniera” è riconoscere Israele come primo, ma non unico, destinatario della missione di Gesù. Probabilmente i discepoli non compresero quanto questa affermazione fosse in sintonia con il cuore del Maestro, che predica a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Ma la storia della Chiesa ci testimonia quanto, infine, i discepoli aprirono menti e cuori, donando spesso, come Gesù, non solo qualche briciola, ma tutti se stessi.

 

Preghiamo col Salmo

 

Tutti i confini della terra hanno veduto

la vittoria del nostro Dio.

Acclami il Signore tutta la terra,

gridate, esultate, cantate inni.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi