Gen 27,1-29; Sal 118 (119), 97-104; Pr 23,15-24; Mt 7,6-12

 

Figlio mio, se il tuo cuore sarà saggio, anche il mio sarà colmo di gioia. Non invidiare in cuor tuo i peccatori, ma resta sempre nel timore del Signore, perché così avrai un avvenire e la tua speranza non sarà stroncata. Ascolta, figlio mio, e sii saggio e indirizza il tuo cuore sulla via retta. Acquista la verità e non rivenderla, la sapienza, l’educazione e la prudenza.  (Pr 23,15.17-19.23)

 

 

La saggezza dell’uomo consiste nel seguire le vie del Signore. A volte sembrano strade molto diverse da quelle percorse dagli uomini, e non sicuramente facili da attraversare. Eppure chi le segue con perseveranza acquista speranza per il futuro e trova ciò che veramente ha valore nella vita. Chi ha conosciuto la verità deve custodirla e testimoniarla, ma senza svenderla (cfr. Mt 7,6). Il Signore ci invita a coltivare la fede, la conoscenza della Parola di Dio, il conforto e l’esempio della Tradizione, ma anche a sviluppare, in ogni età della vita, la prudenza. Questa virtù ci permette di analizzare con cura il mondo reale e ci permette di discernere in ogni circostanza il vero bene, scegliendo i mezzi adeguati per compierlo.

 

Preghiamo

 

O Dio onnipotente, che conosci tutte le cose,

che delle virtù sei il donatore, 

il conservatore e il rimuneratore, 

degnati di confermarmi col saldo fondamento della fede; 

di difendermi con l’inespugnabile scudo della speranza; 

di decorarmi con la veste nuziale della carità.

         (San Tommaso d’Aquino)

 

 

[da: La Parola ogni giorno. L’esistenza “in Cristo”, Quaresima e Pasqua 2017, Centro Ambrosiano, Milano]

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi