2Re 24, 8-17; Sal 136; Lc 12, 22-26

“Per questo io vi dico: non preoccupatevi per la vita, di quello che mangerete; né per il corpo, di quello che indosserete. La vita infatti vale più del cibo e il corpo più del vestito”. ( Lc 12) 

 

‘Chi semina nelle lacrime mieterà nella gioia’ ci dice il salmo di oggi affrontando un tema cruciale nella vita di ognuno e nel cammino di fede, tutti infatti conosciamo le contraddizioni della vita per cui chi si comporta bene soffre comunque i risvolti di ingiustizie e di tempi dolorosi. Come al tempo della prima deportazione del popolo d’Israele, al tempo del re Ioachim, verso Babilonia: tutta Gerusalemme fu deportata, in città nn rimase che la gente povera della terra. E’ sempre difficile dire che ogni vicenda negativa richiede un atteggiamento di speranza e di fiducia nell’intervento misericordioso di Dio, ma la Scrittura insiste su questo tema, senza sottovalutare la realtà di dolore e di sofferenza di ogni essere umano. E Gesù incoraggia a confidare nel Padre che sostiene i piccoli uccelli del cielo e, a maggior ragione, è pronto a sostenere ogni creatura umana.

 

Preghiamo col Salmo

 

Lungo i fiumi di Babilonia,

là sedevamo e piangevamo

ricordandoci di Sion.

Ai salici di quella terra

appendemmo le nostre cetre.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi