Nel mese di Maggio 2020 l’Arcivescovo ha ufficialmente approvato i Sussidi del percorso dell’Iniziazione cristiana per i ragazzi predisposti dal Servizio diocesano per la Catechesi

mons. Antonio COSTABILE
Responsabile del servizio per la Catechesi

Delpini
Delpini consegna il mandato ai catechisti (19-09.2020)

Le guide e i relativi sussidi: Con Te! Figli, Con Te! Discepoli, Con Te! Amici, Con Te! Cristiani sono quindi ufficialmente gli strumenti affidati a tutte le comunità per introdurre alla vita cristiana i ragazzi che dai sette agli undici anni hanno già ricevuto il Battesimo e completano l’itinerario ricevendo il sacramento dell’Cresima e dell’Eucaristia, e iniziando a celebrare il sacramento della riconciliazione.
Naturalmente tale itinerario comprende anche, in modo inclusivo, il percorso di ragazzi catecumeni che desiderano diventare cristiani e ricevere i tre sacramenti dell’IC.
Sicuramente già nella quasi totalità delle comunità locali, parrocchiali sono stati adottati i nuovi sussidi. L’invito all’utilizzo dei nuovi sussidi CON TE! è rivolto ora in modo più preciso e puntuale con l’autorevolezza del nostro Arcivescovo a tutte le comunità parrocchiali e alle comunità pastorali sul territorio della diocesi.
Il Decreto i, in sostanza invita tutti a un cammino di chiesa, a una comunione e una sintonia pastorale tra tutte le comunità.
Gli strumenti messi a disposizione in modo unitario per tutte le comunità non possono che favorire la condivisone degli itinerari, l’aiuto e il sostegno reciproco, una formazione di base e di approfondimento comune per le catechiste.
Gli stessi presbiteri possono essere aiutati nel momento in cui sono chiamati a un possibile spostamento in un’altra comunità a ritrovare lo stesso percorso, gli stessi strumenti formativi là dove iniziano un nuovo servizio ministeriale.
Pur lodando la buona volontà, l’intraprendenza, la creatività di ciascuno i nuovi sussidi diocesani, secondo le precise indicazioni del nostro Arcivescovo, possono davvero accompagnare e sostenere tutte le comunità, soprattutto quelle più in difficoltà, nell’affascinante e insieme gravoso compito d’introdurre i ragazzi alla vita cristiana mediante i sacramenti.

Ti potrebbero interessare anche: