In Quaresima sono numerose le iniziative rivolte ai 18/19enni ed ai 20/3enni: occasioni per meditare sulla passione, morte e risurrezione di Gesù e proseguire nel proprio discernimento vocazionale, prendendo a modello Paolo, l'Apostolo delle Genti.


Quaresima giovani 2020

Domenica 1 marzo avrà inizio la Quaresima, durante la quale noi cristiani saremo chiamati a camminare spediti verso la Settimana Autentica, per comprendere qualcosa di più del mistero della passione, morte e risurrezione del Signore Gesù.

In questo tempo liturgico saremo invitati alla conversione del cuore e a domandare perdono per tutte le volte in cui non abbiamo fatto nostri i pensieri ed i sentimenti di Gesù, come ci esorta a fare San Paolo nella Lettera ai Filippesi: “Abbiate in voi gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: egli, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce” (Fil 2,5-8).

Attraverso il silenzio, la preghiera, la meditazione della Parola di Dio, il pentimento e gesti di vera e sincera prossimità ai più poveri, potremo (ri)scoprire ciò che veramente conta nella vita e “risplendere come astri nel mondo” (cfr. Fil 2,15).

Non a caso, nella lettera per il tempo di Quaresima (“Umiliò se stesso, facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce” – Fil 2,8), il nostro Arcivescovo scrive che “il tempo di Quaresima ci invita a tenere fisso lo sguardo su Gesù, sul mistero della sua Pasqua per conformarci sempre più a lui, nel sentire, nel volere e nell’operare (cfr. Fil 2,13)”.

Un utile strumento per pregare sarà “Let’s God – il canale dedicato alla Parola di Dio”, pensato dal Servizio per i Giovani e l’Università e dall’Azione Cattolica ambrosiana per accompagnare il cammino dei giovani in Quaresima.

Venendo alle iniziative, quest’anno i Ritiri e gli Esercizi spirituali di Quaresima rivolti ai 18/19enni ed ai 20/30enni avranno per titolo “Paolo conquistato da Cristo” e saranno occasione per meditare sulla vicenda umana e spirituale dell’Apostolo delle Genti.

Tre i turni rivolti ai 18-19enni (13-14-15; 27-28-29 marzo; 3-4-5 aprile 2020) presso il Centro Pastorale Ambrosiano di Seveso (MB), durante i quali i partecipanti potranno meditare sulle importante scelte che si trovano a dover compiere in questo particolare periodo della loro vita.

Quattro, invece, i turni i cui destinatari saranno i 20-30enni (13-14-15; 20-21-22; 27-28-29 marzo; 3-4-5 aprile 2020): si terranno tutti presso il Centro Pastorale Ambrosiano di Seveso, tranne quello in calendario il 20-21-22 marzo, che avrà invece luogo nel Centro spirituale del monastero delle Romite Ambrosiane del Sacro Monte di Varese.

Prendendo parte ad uno di questi quattro appuntamenti, i giovani potranno intuire qualcosa di più del cuore di Gesù, trarre la forza necessaria per attraversare da cristiani il loro vissuto quotidiano, come ha fatto Paolo, e proseguire nel discernimento circa la loro vocazione.

Pur consapevoli che la formula degli Esercizi spirituali (dal venerdì sera alla domenica pomeriggio) garantisce un più adeguato tempo di preghiera e di riflessione personale e comunitaria, anche quest’anno verranno proposti due Ritiri di Quaresima della durata di un’unica giornata (8 e 22 marzo 2020): un tempo più contenuto durante il quale si desidera accompagnare quanti per motivi di studio, lavoro o altro rimarrebbero esclusi dalla partecipazione agli Esercizi spirituali.

In Quaresima non mancheranno altre iniziative.

I ragazzi e le ragazze (dai 18 ai 30 anni) che coltivano un interrogativo su una possibile vocazione al sacerdozio o alla consacrazione nella verginità potranno partecipare al cammino di discernimento vocazionale Un coraggioso salto di qualità (14, 21, 28 marzo; 4 aprile 2020).
Gli universitari e i giovani della città di Milano sono invece invitati alla celebrazione penitenziale di ingresso in Quaresima, che si terrà a Milano presso la Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro Maggiore (2 marzo 2020): un appuntamento per iniziare in maniera comunitaria il periodo penitenziale quaresimale ed accogliere l’infinita misericordia di Dio.

Un altro importante appuntamento per gli universitari (5 marzo 2020) avrà luogo nell’Università degli Studi di Milano: qui il nostro Arcivescovo, Mons. Mario Delpini, dialogherà sul tema della fragilità con quanti vivono quotidianamente negli ambienti universitari, a partire dai giovani studenti.

Inoltre, come da tradizione ormai consolidata, a pochi giorni dalla Pasqua, verrà celebrata nel Duomo di Milano la veglia in traditione Symboli (4 aprile 2020), che avrà proprio per titolo: “Risplendete come astri nel mondo” (Fil 2,15). In occasione di questo appuntamento comunitario i giovani della Diocesi pregheranno insieme ai catecumeni e si porranno in ascolto delle parole del nostro Arcivescovo, che li introdurrà nella Settimana Autentica.

La Quaresima terminerà con la celebrazione del Triduo Pasquale, Farò la Pasqua da te (9-10-11 aprile 2020): anche quest’anno ci sarà la possibilità di viverlo in un clima di silenzio e di preghiera insieme alla comunità del Seminario Arcivescovile di Venegono Inferiore.

Ma durante il tempo quaresimale non siamo invitati solamente alla preghiera e alla conversione del cuore, ma anche alla carità operosa e fattiva: la Quaresima è “il tempo adatto per confrontarsi con serietà sulle esigenze della carità” (cfr. Mons. Mario Delpini, Lettera per il tempo di Quaresima).

Ecco perché invitiamo i giovani (18/30enni) a mettersi al servizio dei più poveri facendo riferimento a quelle realtà caritative che sono presenti e operano quotidianamente là dove essi vivono e che già conoscono. Oppure a prendere contatto con lo Sportello Orientamento Volontariato di Caritas Ambrosiana (Esercizi di carità), che li indirizzerà verso gli ambiti di servizio a loro più adatti e li metterà in contatto con quelle strutture/realtà caritative dove potranno concretamente svolgere opera di volontariato e di prossimità ai più bisognosi.

Siamo sicuri che, mettendo al centro della Quaresima Gesù Crocifisso, i giovani sapranno prepararsi nel migliore dei modi a vivere la Pasqua di resurrezione, accompagnati dai loro educatori in questo loro personale cammino di fede.

Ti potrebbero interessare anche: