Redazione

1.20453

La storia del Mtendere Mission Hospital affonda le sue radici negli albori della missione diocesana in Zambia, fondata nel 1961 dall’allora Arcivescovo di Milano, il Card. Giambattista Montini (in seguito papa Paolo VI). I primi sacerdoti ambrosiani erano giunti in Zambia al seguito delle maestranze italiane impegnate nella costruzione della diga di Kariba sul fiume Zambesi. Terminata la diga, i sacerdoti sono rimasti per iniziare un’esperienza missionaria a servizio delle popolazioni locali e, vista la totale assenza di assistenza sanitaria, è stato creato un piccolo ambulatorio a Chirundu. Negli anni il piccolo ambulatorio è stato man mano ampliato fino a diventare un ospedale che è stato inaugurato ufficialmente il 22 luglio 1970. L’ospedale è amministrato dalla Diocesi di Milano in collaborazione con la congregazione delle Suore di Maria Bambina.
Il Mtendere Mission Hospital ha un bacino d’utenza di circa 18.000 persone, residenti negli otto maggiori villaggi dell’area.

Tuttavia, a causa dell’inadeguatezza delle strutture sanitarie limitrofe, è di fatto l’ospedale di riferimento dell’intero distretto di Siavonga e dei distretti confinanti. Questo comporta che il bacino di utenza dell’ospedale arrivi a più di 60.000 persone. L’ospedale si trova in una zona rurale ed è, quindi, inserito in un contesto di grande povertà caratterizzato da infrastrutture inadeguate e decadenti, malnutrizione, malattie e disoccupazione. Questa situazione è aggravata dalle avverse condizioni climatiche caratterizzate da una lunga stagione di caldo secco e dalla siccità.

L’Ospedale conta su uno staff di 146 persone che ne assicurano l’operatività sotto la supervisione della Comitato Arcivescovile per l’Ospedale di Chirundu dell’Arcidiocesi di Milano. Comprende i reparti di Medicina, Pediatria, Chirurgia, Ostetricia/Ginecologia e vari servizi: Ambulatorio generale, Ambulatorio dentistico, Ambulatorio oculistico, Clinica di prevenzione del cancro del collo dell’utero, Igiene e Sanità Pubblica, Dipartimento Materno-Infantile, Dipartimento HIV, Laboratorio, Centro trasfusionale, Radiologia, Ecografia, Endoscopia, Farmacia, Manutenzione, Cucina, Lavanderia, Sala mortuaria. Il Dipartimento di Sanità Pubblica svolge attività di prevenzione, vaccinazione, educazione sanitaria per le più frequenti malattie infettive e supervisione dell’approvvigionamento di acqua potabile e sistemi di fognatura nei villaggi.
L’ospedale di Chirundu, con 5.080 ricoveri all’anno (durata media del ricovero circa 6 giorni), 553 operazioni chirurgiche, 48.741 casi consultati presso il poliambulatorio, 3.235 vaccinazioni complete a bambini, svolge una funzione di riferimento fondamentale in un paese dove i tagli alla spesa sanitaria sono talmente consistenti da non consentire neppure la minima assistenza a gran parte di una popolazione, la cui aspettativa di vita non supera i 40 anni e dove malaria, tubercolosi e AIDS interessano una numero sempre maggiore di persone.

Tra le voci di spesa sostenute dall’Ufficio Missionario nel 2009 si evidenziano in particolare:

• € 70.000,00 per forniture di medicinali e attrezzature sanitarie tramite spedizioni con container
• € 144.510,00 per personale qualificato
• € 50.000,00 per costruzione nuovo reparto di isolamento
• € 40.000,00 per manutenzione delle strutture e impiantistica
• € 80.000,00 per contributi alle spese di gestione locale
• € 19.531,00 per altre spese di amministrazione
 

Ti potrebbero interessare anche: