Preghiera ecumenica per la vita nel Tempo del Creato

nocetum

Il Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano vuole per il Tempo del Creato 2020 promuovere un momento di preghiera ecumenico che tenga conto del periodo che stiamo attraversando. La pandemia è anche il segnale di un “mondo malato”, come segnalava papa Francesco nella preghiera dello scorso 27 marzo. La scienza sta ancora esplorando i meccanismi specifici che hanno portato all’emergere della pandemia. Essa appare, oltre che per ragioni sanitarie non ancora spiegate, anche come la conseguenza di un rapporto insostenibile con il creato. L’inquinamento diffuso, le perturbazioni di tanti ecosistemi e gli inediti rapporti tra specie che esse generano possono aver favorito il sorgere della pandemia o ne hanno acuito le conseguenze. La preghiera sarà articolata in tre tempi: un tempo per fare memoria di chi non c’è più; un tempo per rendere grazie per il dono della vita e un tempo per prendersi cura dei legami sociali e, con essi, del pianeta nella comune consapevolezza che…tutto è connesso. Anche come Chiese cristiane siamo, infatti, chiamati a un discernimento serio.  Il futuro dipenderà proprio dalla risposta che ciascuno è chiamato a dare mettendo in gioco responsabilità e creatività. Questo tempo ci ha provocato ma basta pochissimo per dimenticare.

Il momento viene ospitato dal Centro Nocetum da svariati anni impegnato nella salvaguardia della creato e nella giustizia sociale. Il CCCM vuole così mettere in rete le scelte locali, cioè far conoscere le buone pratiche di proposte ecosostenibili e promuovere progetti già presenti sul territorio.

Ti potrebbero interessare anche: