Link: https://www.chiesadimilano.it/news/milano-lombardia/sbarre-di-zucchero-milano-2792721.html
Share

Incontri

A Milano due eventi dedicati alle carceri

L’Associazione «Sbarre di Zucchero» ha organizzato all’Auditorium della Fondazione Casa della Carità in via Francesco Brambilla 10 due incontri sul carcere, che si terranno il 31 gennaio e il 21 febbraio 

30 Gennaio 2024

Nel 2023 nelle carceri italiane si sono tolte la vita 69 persone. Nel solo mese di gennaio se ne sono registrati già 11, evidenziando le  dure condizioni di chi vive ogni giorno la detenzione in Italia.

Proprio per mantenere l’attenzione sul tema, l’associazione Sbarre di Zucchero, assieme alla Fondazione Casa della Carità, ha promosso due incontri, il 31 gennaio e il 21 febbraio, sulle tematiche del carcere. «La Casa della Carità da sempre si occupa dei diritti e dell’inclusione delle persone detenute, entrando in carcere con le sue attività sociali e culturali e portando il carcere fuori dalle sue mura. Perché il carcere è un luogo della città e i suoi abitanti non sono alieni, ma sono persone a cui è stata tolta la libertà, a cui però non deve essere tolta la dignità. Per questo abbiamo raccolto con piacere l’invito dell’associazione Sbarre Di Zucchero a promuovere insieme questi due incontri», ha dichiarato don Paolo Selmi, presidente della Fondazione Casa della Carità.

Don Paolo Selmi
Don Paolo Selmi

Il dramma dei suicidi

Il primo evento, dal titolo “Il coraggio di restare. Il dramma dei suicidi in carcere”, si terrà mercoledì 31 gennaio alle 17.30. Parteciperanno don Paolo Selmi, presidente Fondazione Casa della Carità, Micaela Tosato, fondatrice di Sbarre di Zucchero, Francesco Maisto, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Milano, Giorgio Leggieri, direttore II Casa di Reclusione di Milano – Bollate, Silvia Landra, medica psichiatra nelle carceri di Bollate e San Vittore, don Virginio Colmegna, presidente onorario Fondazione Casa della Carità.

Le carceri femminili

Nel secondo incontro, in programma mercoledì 21 febbraio alle 17.30, si parlerà invece di “Quando il carcere è donna”, insieme a don Paolo Selmi, presidente Fondazione Casa della Carità, Giacinto Siciliano, direttore Casa Circondariale San Vittore, Roberto Bezzi, responsabile dell’Area Educativa della II Casa di Reclusione di Milano – Bollate, Adolfo Ceretti, criminologo, professore ordinario di criminologia e docente di mediazione reo-vittima nell’Università di Milano-Bicocca (in attesa di conferma), Susanna Ronconi, ricercatrice, formatrice, attivista nell’impegno sociale e per i diritti umani e don Virginio Colmegna, presidente onorario Fondazione Casa della Carità.

Entrambi gli incontri saranno moderati da Luigi Pagano, già Provveditore Regionale e Vice Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, e si svolgeranno presso l’Auditorium della Casa della Carità in via Francesco Brambilla 10 a Milano.

La prenotazione è consigliata a questo sito

Leggi anche

Busto Arsizio
Busto

Messa in carcere per un Natale di rinascita

La celebrazione presieduta da monsignor Luca Raimondi, Vescovo ausiliare, che ha detto ai detenuti: «Dio crede in voi, Dio è con chi ha bisogno»

di Agensir

Anniversario
EVASIONE CARCERE GORIZIA: NESSUNA TRACCIA DEI DETENUTI

Sesta Opera e il carcere, una storia di amicizia, lavoro e rinascita

Per i 100 anni della realtà che fa riferimento alla comunità dei Gesuiti di San Fedele, una testimonianza del valore del volontariato a favore dei detenuti. A novembre quattro eventi, aperti venerdì 10 da un incontro con la partecipazione dell’Arcivescovo

Mostra
Margherita Lazzati

A Mirasole i «Ritratti in Carcere» di Margherita Lazzati

Sabato 7 ottobre presso l’Abbazia inaugurazione della mostra di 35 scatti che documentano la vita dei reclusi di Opera. Sarà visitabile fino al 7 gennaio 2024

Sovvenire
Don Claudio Burgio e i ragazzi di Kayròs

Don Burgio, un sacerdote in missione nel carcere minorile

Non esistono ragazzi cattivi, ma solo giovani in difficoltà in cerca di aiuto e conforto: ne è convinto il cappellano del «Beccaria», fondatore della Comunità Kayros. La sua storia in occasione della Giornata nazionale delle Offerte per il sostentamento dei sacerdoti