Percorsi ecclesiali

La Diocesi nel Cammino sinodale

Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Vaticano

Sinodo, una supplica di pace: «L’umanità formi una sola famiglia senza guerre»

La preghiera del cardinale Louis Raphaël Sako e della presidente dei Focolari Margaret Karram

12 Ottobre 2023

Da Vatican News

Una preghiera per la pace nel mondo, specialmente per le zone del mondo in questo momento lacerate dai conflitti, è stata levata questa mattina dall’Aula Paolo VI prima di avviare i lavori del Sinodo sulla sinodalità. A guidare l’orazione mattutina è stato il cardinale Louis Raphaël Sako, patriarca di Baghdad dei Caldei, che ha invitato tutti i presenti a «pregare per la pace nel mondo soprattutto in Terra Santa, ma anche in Ucraina. La violenza in Iraq, in Iran, nel Libano. La gente aspetta con tanta speranza di vivere la dignità e nella fraternità e non sempre nella paura e preoccupazione. La sinodalità vuol dire anche solidarietà con tutti coloro che hanno paura e che soffrono».

La preghiera di Margaret Karram

Ha poi pronunciato un’altra preghiera Margaret Karram, palestinese, presidente del Movimento dei Focolari. «Signore, ti preghiamo per la Terra Santa, per le popolazioni di Israele e Palestina che sono sotto la morsa di una inaudita violenza, per le vittime, soprattutto i bambini, per le persone ferite, per quelle tenute in ostaggio, per i dispersi e le loro famiglie». «In queste ore di angoscia e di sospensione», l’invito è a unire la voce a quella del Papa e di coloro «che in tutto il mondo implorano la pace». Karram ha ricordato anche tutti gli altri Paesi del Medio Oriente che «vivono nel terrore e nella distruzione. Aiutaci, Signore, a impegnarci a costruire un mondo fraterno affinché questi popoli e quanti sono nelle stesse condizioni di conflitto di instabilità e violenza ritrovino la strada del rispetto dei diritti umani dove la giustizia, il dialogo e la riconciliazione sono gli strumenti indispensabili per costruire la pace».

Preghiera finale

Infine, la benedizione e la preghiera finale a Dio del patriarca Sako: «Fa che l’intera umanità… formi una sola famiglia, senza violenza, senza guerre assurde e con animo fraterno viva unita nella pace e nella concordia».