Una nota del Vicario generale monsignor Redaelli


Redazione

«La nostra Diocesi non può che sentirsi particolarmente coinvolta nella prossima beatificazione: un’altra nostra sorella, un’altra figlia di questa terra “sale agli altari”, ci conferma nella ricchezza di santità che anima questa nostra Chiesa ambrosiana e ci impegna a cercare di imitare lei e tutti i Beati e Santi che la arricchiscono». Così, in una lettera inviata a tutti i sacerdoti della Diocesi, il Vicario generale, monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli, prepara alla celebrazione di domenica 30 maggio che si svolgerà a Roma.
Nella sua nota il Vicario generale ricorda che Madre Pierina De Micheli, suora della Congregazione dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires (un nome che «può lasciare stupiti» ma «queste suore sono presenti nella nostra Diocesi dall’inizio del secolo scorso»), che nella parrocchia San Pietro in Sala di Milano «trascorse tutta la sua vita». Qui, negli stessi anni, prestò il suo servizio pastorale il Beato don Carlo Gnocchi: «Due Beati – scrive monsignor Redaelli – che vissero l’uno accanto all’altra, stimolandosi non con le parole ma con l’esempio silenzioso e solerte del loro servizio ai fratelli». Qui, in San Pietro in Sala, sottolinea ancora il Vicario generale, Madre Pierina «diffuse la devozione del Sacro Volto, con la relativa medaglietta, che le fu affidata dal Beato cardinale Schuster: un’immagine del Volto Sindonico molto cara al nostro Beato Arcivescovo».
Ancora oggi le suore del suo Istituto in via Elba 18 a Milano proseguono la missione della Beata e continuano a far coniare copie della medaglietta per poterle diffondere ai fedeli. Ma non sono le uniche. Grande apostolo della medaglia del Santo Volto di Gesù è stato l’Abate Ildebrando Gregori (1894-1985), monaco benedettino silvestrino, che fu padre spirituale di Madre Pierina De Micheli. Egli fondò la congregazione delle Suore Benedettine Riparatrici del S. Volto di N.S.G.C. e con esse fece conoscere la medaglia, con la parola e con le opere, in Italia, in America, in Asia e in Australia. Il culto della medaglia è ora diffusa in ogni parte del mondo e nel 1968, con l’interessamento del Santo Padre, Paolo VI, fu deposta sulla luna dagli astronauti americani.
La festa del Santo Volto di Gesù si celebra il martedì che precede l’inizio della Quaresima. Mentre il giorno liturgico stabilito per ricordare la Beata Pierina De Micheli è l’11 settembre, anniversario della sua nascita. In quella data nel 2010, annunciano le suore dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires, ci sarà una solenne celebrazione a Milano. «La nostra Diocesi non può che sentirsi particolarmente coinvolta nella prossima beatificazione: un’altra nostra sorella, un’altra figlia di questa terra “sale agli altari”, ci conferma nella ricchezza di santità che anima questa nostra Chiesa ambrosiana e ci impegna a cercare di imitare lei e tutti i Beati e Santi che la arricchiscono». Così, in una lettera inviata a tutti i sacerdoti della Diocesi, il Vicario generale, monsignor Carlo Roberto Maria Redaelli, prepara alla celebrazione di domenica 30 maggio che si svolgerà a Roma.Nella sua nota il Vicario generale ricorda che Madre Pierina De Micheli, suora della Congregazione dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires (un nome che «può lasciare stupiti» ma «queste suore sono presenti nella nostra Diocesi dall’inizio del secolo scorso»), che nella parrocchia San Pietro in Sala di Milano «trascorse tutta la sua vita». Qui, negli stessi anni, prestò il suo servizio pastorale il Beato don Carlo Gnocchi: «Due Beati – scrive monsignor Redaelli – che vissero l’uno accanto all’altra, stimolandosi non con le parole ma con l’esempio silenzioso e solerte del loro servizio ai fratelli». Qui, in San Pietro in Sala, sottolinea ancora il Vicario generale, Madre Pierina «diffuse la devozione del Sacro Volto, con la relativa medaglietta, che le fu affidata dal Beato cardinale Schuster: un’immagine del Volto Sindonico molto cara al nostro Beato Arcivescovo».Ancora oggi le suore del suo Istituto in via Elba 18 a Milano proseguono la missione della Beata e continuano a far coniare copie della medaglietta per poterle diffondere ai fedeli. Ma non sono le uniche. Grande apostolo della medaglia del Santo Volto di Gesù è stato l’Abate Ildebrando Gregori (1894-1985), monaco benedettino silvestrino, che fu padre spirituale di Madre Pierina De Micheli. Egli fondò la congregazione delle Suore Benedettine Riparatrici del S. Volto di N.S.G.C. e con esse fece conoscere la medaglia, con la parola e con le opere, in Italia, in America, in Asia e in Australia. Il culto della medaglia è ora diffusa in ogni parte del mondo e nel 1968, con l’interessamento del Santo Padre, Paolo VI, fu deposta sulla luna dagli astronauti americani.La festa del Santo Volto di Gesù si celebra il martedì che precede l’inizio della Quaresima. Mentre il giorno liturgico stabilito per ricordare la Beata Pierina De Micheli è l’11 settembre, anniversario della sua nascita. In quella data nel 2010, annunciano le suore dell’Immacolata Concezione di Buenos Aires, ci sarà una solenne celebrazione a Milano. – La medaglia del Sacro Volto

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi