La celebrazione di suffragio sarà presieduta dall'Arcivescovo alle 19 e intende esprimere il cordoglio della Chiesa ambrosiana alla numerosa comunità polacca di Milano


Redazione

Venerdì 16 aprile, alle 19, nel Duomo di Milano, il cardinale Dionigi Tettamanzi presiederà una solenne celebrazione funebre a suffragio delle vittime dell’incidente aereo di Smolensk (Russia), avvenuto domenica scorsa e in cui sono periti il presidente della Repubblica di Polonia Lech Kaczynski, la moglie, diverse alte Autorità dello Stato polacco e tutto il seguito, compreso l’Arcivescovo Ordinario Militare monsignor Tadeusz Ploski.
Con il Cardinale concelebreranno don Giancarlo Quadri, responsabile della Pastorale diocesana per i migranti, e padre Grzegorz Ryngwelski, cappellano della comunità polacca in Milano.
Con questa celebrazione l’Arcivescovo e la Diocesi desiderano unirsi nella preghiera alla numerosa e amata comunità polacca presente nel territorio ambrosiano, provata dalla tragedia, esprimendo così il proprio cordoglio mediante il Console generale della Repubblica di Polonia a Milano Krzysztof Strzałka.
A Milano e provincia la comunità polacca è composta da circa 2500 persone, per lo più donne. Il riferimento ecclesiale è la Cappellania “Madonna del Rosario”. Ogni domenica, alle 11, nella parrocchia di Santa Maria alla Porta (via S. Maria alla Porta 10), il cappellano celebra una liturgia eucaristica in lingua polacca molto frequentata. La presenza dei polacchi in città è arricchita anche dalle Suore Missionarie di Cristo Re nella parrocchia di San Gioachimo (via Fara 2), impegnate nella pastorale parrocchiale per l’assistenza religiosa agli immigrati e nella conduzione della locale scuola materna. Venerdì 16 aprile, alle 19, nel Duomo di Milano, il cardinale Dionigi Tettamanzi presiederà una solenne celebrazione funebre a suffragio delle vittime dell’incidente aereo di Smolensk (Russia), avvenuto domenica scorsa e in cui sono periti il presidente della Repubblica di Polonia Lech Kaczynski, la moglie, diverse alte Autorità dello Stato polacco e tutto il seguito, compreso l’Arcivescovo Ordinario Militare monsignor Tadeusz Ploski.Con il Cardinale concelebreranno don Giancarlo Quadri, responsabile della Pastorale diocesana per i migranti, e padre Grzegorz Ryngwelski, cappellano della comunità polacca in Milano.Con questa celebrazione l’Arcivescovo e la Diocesi desiderano unirsi nella preghiera alla numerosa e amata comunità polacca presente nel territorio ambrosiano, provata dalla tragedia, esprimendo così il proprio cordoglio mediante il Console generale della Repubblica di Polonia a Milano Krzysztof Strzałka.A Milano e provincia la comunità polacca è composta da circa 2500 persone, per lo più donne. Il riferimento ecclesiale è la Cappellania “Madonna del Rosario”. Ogni domenica, alle 11, nella parrocchia di Santa Maria alla Porta (via S. Maria alla Porta 10), il cappellano celebra una liturgia eucaristica in lingua polacca molto frequentata. La presenza dei polacchi in città è arricchita anche dalle Suore Missionarie di Cristo Re nella parrocchia di San Gioachimo (via Fara 2), impegnate nella pastorale parrocchiale per l’assistenza religiosa agli immigrati e nella conduzione della locale scuola materna.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi