Dopo l'esperienza dello scorso anno sulla via francigena, i giovani di Azione cattolica sonopronti a far il bis mettendosi ancora in cammino dal 30 aprile al 2 maggio. Méta?�La Sacra Sindone


Redazione

Walk of life. Recita così una vecchia canzone dei Dire Straits. Ma recita così anche il desiderio dei giovani di AC, nuovamente in cammino.
Dopo la bella esperienza del pellegrinaggio a piedi lo scorso anno sulla via francigena in occasione dell’anno Paolino, siamo pronti a bissare. E l’opportunità è veramente ghiotta: dal 30 aprile al 2 maggio a Torino. E ancora una volta come special guest verrà a trovarci addirittura il santo Padre, Benedetto XVI.
«In occasione dell’ostensione della Sindone abbiamo pensato di organizzare un pellegrinaggio verso Torino – dice entusiasta Luana Dallamora, vicepresidente dei giovani di AC -. Sarà un’esperienza di sobrietà, spiritualità e fraternità». Sobrietà in quanto a noi giovani piace essere gente con lo zaino in spalla e il sacco a pelo a portata di mano: ci offriranno ospitalità due oratori (ai piedi della Sacra di San Michele e alle porte di Torino) proprio come avveniva e ancora avviene per i pellegrini sulle grandi vie della fede.
Ci condurrà la riflessione sulla Sindone ma anche sulla ragionevolezza della fede. Non potremo fare a meno del nostro I-POD per ascoltare durante il cammino alcune riflessioni preparate da alcuni di noi che da tempo si stanno prendendo cura della preparazione del pellegrinaggio. «E’ una novità che vorremmo sperimentare – dice Martino Incarbone, vicepresidente dei giovani di AC. Anche la tecnologia può aiutarci a coltivare la vita spirituale e permetterci di condividere da giovani, con nuovi linguaggi, il dono grande della fede».
Infine sarà veramente una occasione propizia di fraternità: «È sempre una grande fortuna poter camminare nella vita non da soli ma in compagnia di qualcuno che fa il viaggio con te – dice Chiara -. È la dinamica stessa della fede e della Chiesa: sappiamo bene che è faticoso, che non sempre è facile, ma sappiamo anche che abbiamo una meta comune e possiamo contare sull’aiuto degli altri. Ancora una volta mi accorgo che è proprio un dono vivere da protagonisti nella Chiesa».
Il percorso è assolutamente abbordabile anche da giovani non molto allenati: dopo la salita alla sacra di San Michele su sentiero di montagna, la visita guidata e la discesa verso S.Ambrogio Torinese, percorreremo i circa 18 km del primo giorno arrivando alle porte di Torino. Altri 15 km segnano la distanza da percorrere il secondo giorno e ci permetteranno di arrivare in Torino proprio per l’incontro che il Papa terrà con i giovani nel pomeriggio. Sono già pervenute parecchie iscrizioni ma invitiamo tutti i giovani che desiderano partecipare a una esperienza bella, ad affrettarsi nell’iscrizione (abbiamo già prenotato dei pass ma stanno andando a ruba). L’invito è esteso non solo ai singoli ma anche ai gruppi giovanili della diocesi: può essere anche un buon allenamento in preparazione del pellegrinaggio di fine maggio che la Pastorale giovanile organizza con speciale invito a coloro che si recheranno a Santiago de Compostela in questa estate.
E allora… cosa aspettate ad iscrivervi? Vi aspettiamo numerosissimi. Appuntamento venerdì 30 aprile alle ore 20 presso il centro diocesano.
Per iscrizioni e ulteriori informazioni: Segreteria AC: tel. 02.58.39.13.28 email: settori@azionecattolicamilano.it www.azionecattolicamilano.it/giovani
I giovani di Azione Cattolica Walk of life. Recita così una vecchia canzone dei Dire Straits. Ma recita così anche il desiderio dei giovani di AC, nuovamente in cammino.Dopo la bella esperienza del pellegrinaggio a piedi lo scorso anno sulla via francigena in occasione dell’anno Paolino, siamo pronti a bissare. E l’opportunità è veramente ghiotta: dal 30 aprile al 2 maggio a Torino. E ancora una volta come special guest verrà a trovarci addirittura il santo Padre, Benedetto XVI.«In occasione dell’ostensione della Sindone abbiamo pensato di organizzare un pellegrinaggio verso Torino – dice entusiasta Luana Dallamora, vicepresidente dei giovani di AC -. Sarà un’esperienza di sobrietà, spiritualità e fraternità». Sobrietà in quanto a noi giovani piace essere gente con lo zaino in spalla e il sacco a pelo a portata di mano: ci offriranno ospitalità due oratori (ai piedi della Sacra di San Michele e alle porte di Torino) proprio come avveniva e ancora avviene per i pellegrini sulle grandi vie della fede.Ci condurrà la riflessione sulla Sindone ma anche sulla ragionevolezza della fede. Non potremo fare a meno del nostro I-POD per ascoltare durante il cammino alcune riflessioni preparate da alcuni di noi che da tempo si stanno prendendo cura della preparazione del pellegrinaggio. «E’ una novità che vorremmo sperimentare – dice Martino Incarbone, vicepresidente dei giovani di AC. Anche la tecnologia può aiutarci a coltivare la vita spirituale e permetterci di condividere da giovani, con nuovi linguaggi, il dono grande della fede».Infine sarà veramente una occasione propizia di fraternità: «È sempre una grande fortuna poter camminare nella vita non da soli ma in compagnia di qualcuno che fa il viaggio con te – dice Chiara -. È la dinamica stessa della fede e della Chiesa: sappiamo bene che è faticoso, che non sempre è facile, ma sappiamo anche che abbiamo una meta comune e possiamo contare sull’aiuto degli altri. Ancora una volta mi accorgo che è proprio un dono vivere da protagonisti nella Chiesa».Il percorso è assolutamente abbordabile anche da giovani non molto allenati: dopo la salita alla sacra di San Michele su sentiero di montagna, la visita guidata e la discesa verso S.Ambrogio Torinese, percorreremo i circa 18 km del primo giorno arrivando alle porte di Torino. Altri 15 km segnano la distanza da percorrere il secondo giorno e ci permetteranno di arrivare in Torino proprio per l’incontro che il Papa terrà con i giovani nel pomeriggio. Sono già pervenute parecchie iscrizioni ma invitiamo tutti i giovani che desiderano partecipare a una esperienza bella, ad affrettarsi nell’iscrizione (abbiamo già prenotato dei pass ma stanno andando a ruba). L’invito è esteso non solo ai singoli ma anche ai gruppi giovanili della diocesi: può essere anche un buon allenamento in preparazione del pellegrinaggio di fine maggio che la Pastorale giovanile organizza con speciale invito a coloro che si recheranno a Santiago de Compostela in questa estate.E allora… cosa aspettate ad iscrivervi? Vi aspettiamo numerosissimi. Appuntamento venerdì 30 aprile alle ore 20 presso il centro diocesano.Per iscrizioni e ulteriori informazioni: Segreteria AC: tel. 02.58.39.13.28 email: settori@azionecattolicamilano.it www.azionecattolicamilano.it/giovaniI giovani di Azione Cattolica

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi