Secondo ciclo promosso dal Centro giovane della parrocchia di San Lorenzo Maggiore a Milano, rivolto gratuitamente a persone dai 18 ai 30 anni


Redazione

“Mollo tutto e apro un bar in Costa Rica?”: con questa domanda, tratta da una delle scene più poetiche del primo film di Aldo, Giovanni e Giacomo Tre uomini e una gamba, prende il via il secondo ciclo di incontri sul tema “Giovani e lavoro”, promosso dal Centro giovane della parrocchia di San Lorenzo Maggiore a Milano. Gli incontri sono inseriti nel progetto Re.t.i.c.a (Reti territoriali per l’innovazione della creatività integrata) di cui è capofila l’Università Cattolica.
Dopo il primo ciclo dal titolo “Mi basta lavorare! Davvero?”, tornano gli appuntamenti del martedì sera alle Colonne con nuovi ospiti e nuovi argomenti sul viaggio dei giovani nel mondo del lavoro. Ecco le date degli incontri al Centrogiovane (corso di Porta Ticinese 45), proprio davanti alle Colonne: 2, 9 e 16 marzo, sempre alle 21. Per l’iscrizione, libera e gratuita, scrivere al responsabile del laboratorio don Andrea Ciucci (info@centrogiovane.org; www.progettoretica.it; centrogiovane.org).
Il momento dell’ingresso nel mondo del lavoro non è un passaggio semplice: fra le diverse questioni che emergono, particolarmente urgenti e complesse risultano quelle legate ad alcune scelte etiche ed esistenziali. Il laboratorio si prefigge di aiutare i giovani che entrano per la prima volta nel mondo del lavoro – o che vogliono cambiare lavoro – a prendere coscienza delle questioni etiche connesse a questo delicato momento della vita di ciascuno e a individuare insieme alcune possibili scelte autentiche. Tale percorso si svolge mediante lo scambio di esperienze, il confronto con alcuni giovani già da qualche anno inseriti nell’ambiente lavorativo e l’ascolto di alcuni uomini e donne di impresa. A conclusione dell’itinerario è prevista la partecipazione all’elaborazione di un numero monografico del foglio 3e, edito dal Centro giovanile di San Lorenzo.
Il nuovo ciclo di incontri, totalmente gratuito e aperto a ragazze e ragazzi dai 18 ai 30 anni, è solo uno dei tantissimi laboratori, incontri d’orientamento, seminari, spazi creatività e iniziative di “Re.t.i.c.a: creatività al lavoro”. Il progetto ha come obiettivo di trasformare le capacità creative dei giovani in opportunità di crescita professionale. Numerosi i partner coinvolti oltre alla parrocchia di S. Lorenzo: Comuni, Comunità montane, associazioni, fondazioni, scuole d’arte.
Info: tramelli24@virgilio.it “Mollo tutto e apro un bar in Costa Rica?”: con questa domanda, tratta da una delle scene più poetiche del primo film di Aldo, Giovanni e Giacomo Tre uomini e una gamba, prende il via il secondo ciclo di incontri sul tema “Giovani e lavoro”, promosso dal Centro giovane della parrocchia di San Lorenzo Maggiore a Milano. Gli incontri sono inseriti nel progetto Re.t.i.c.a (Reti territoriali per l’innovazione della creatività integrata) di cui è capofila l’Università Cattolica.Dopo il primo ciclo dal titolo “Mi basta lavorare! Davvero?”, tornano gli appuntamenti del martedì sera alle Colonne con nuovi ospiti e nuovi argomenti sul viaggio dei giovani nel mondo del lavoro. Ecco le date degli incontri al Centrogiovane (corso di Porta Ticinese 45), proprio davanti alle Colonne: 2, 9 e 16 marzo, sempre alle 21. Per l’iscrizione, libera e gratuita, scrivere al responsabile del laboratorio don Andrea Ciucci (info@centrogiovane.org; www.progettoretica.it; centrogiovane.org).Il momento dell’ingresso nel mondo del lavoro non è un passaggio semplice: fra le diverse questioni che emergono, particolarmente urgenti e complesse risultano quelle legate ad alcune scelte etiche ed esistenziali. Il laboratorio si prefigge di aiutare i giovani che entrano per la prima volta nel mondo del lavoro – o che vogliono cambiare lavoro – a prendere coscienza delle questioni etiche connesse a questo delicato momento della vita di ciascuno e a individuare insieme alcune possibili scelte autentiche. Tale percorso si svolge mediante lo scambio di esperienze, il confronto con alcuni giovani già da qualche anno inseriti nell’ambiente lavorativo e l’ascolto di alcuni uomini e donne di impresa. A conclusione dell’itinerario è prevista la partecipazione all’elaborazione di un numero monografico del foglio 3e, edito dal Centro giovanile di San Lorenzo.Il nuovo ciclo di incontri, totalmente gratuito e aperto a ragazze e ragazzi dai 18 ai 30 anni, è solo uno dei tantissimi laboratori, incontri d’orientamento, seminari, spazi creatività e iniziative di “Re.t.i.c.a: creatività al lavoro”. Il progetto ha come obiettivo di trasformare le capacità creative dei giovani in opportunità di crescita professionale. Numerosi i partner coinvolti oltre alla parrocchia di S. Lorenzo: Comuni, Comunità montane, associazioni, fondazioni, scuole d’arte.Info: tramelli24@virgilio.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi