di monsignor Fausto GILARDI
Responsabile Servizio per la Pastorale Liturgica

Carissimo Parroco,
sabato 22 maggio alle ore 15,00 l’Arcivescovo, in duomo, incontrerà i ministri straordinari della comunione eucaristica per un appuntamento di condivisione e di preghiera dal titolo “Lo riconobbero allo spezzare del Pane”.E’ possibile scaricare dal sito la locandina che annuncia l’evento.

E’ a partire dall’Avvento 1981 che le nostre comunità, a seguito del sinodo XLVII, si avvalgono di questo ministero straordinario che si affianca e sostiene il nostro servizio di presbiteri. Soprattutto gli anziani e gli ammalati nelle loro case vengono resi partecipi dell’Eucaristia, ma la scarsità dei ministri ordinati spesso induce ad usufruire di questo servizio anche per le nostre celebrazioni.

La diocesi, con modalità diverse, cura la preparazione di questi fedeli laici con un breve itinerario di formazione. Anche in questo anno sono stati organizzati due corsi online e quasi duecento persone hanno preso parte.

Più di 9.000 laici ci sono di aiuto. Il censimento in atto di cui già siete stati informati ci permetterà di aggiornare l’archivio del servizio diocesano di pastorale liturgica.

L’incontro con l’Arcivescovo sarà per i ministri straordinari della comunione eucaristica un’occasione particolarmente importante per sottolineare da parte loro il significato di questa ministerialità e per noi un modo fraterno per esprimere gratitudine.

Seguendo le indicazioni necessarie in questo tempo di pandemia, chiediamo di segnalare la presenza in duomo dei vostri collaboratori.

Grati al Signore di poter lavorare nella Sua vigna vi porgo un cordiale saluto.

___

Di seguito trovate le indicazioni per la celebrazione in Duomo:
Chi desidera partecipare alla celebrazione deve registrarsi compilando tutti i dati richiesti cliccando sul link che segue e stamparlo: https://embedrd.ircmi.it/node/221

–  L’ingresso al Duomo sarà consentito solo con il foglio di registrazione.
– L’accesso al Duomo sarà dalle 14.00 dalle porte centrali delle facciata da Piazza Duomo rispettando tutte le procedure di accesso stabile dal protocollo che segue evidenziato in giallo.

___

Di seguito quanto indicato per l’accesso al Duomo in materia di prevenzione Covid 19.
Si ricorda che:

  • non è consentito l’ingresso a chi presenta sintomi influenzali respiratori, temperatura corporea uguale o superiore ai 37,5°C, o è stato in contatto con persone positive a SARS-CoV-2 nei giorni precedenti
  • vige l’obbligo di rispettare sempre nell’accedere al Duomo il mantenimento della distanza di sicurezza tra le persone (pari a 1,5 mt.) e l’osservanza di regole di igiene delle mani
  • è obbligatorio l’uso di idonei dispositivi di protezione personale, a partire da una mascherina che copra naso e bocca

Ti potrebbero interessare anche: