Come supporto alle iniziative di formazione e come invito all’auto-formazione iniziale e permanente, indichiamo alcuni testi di riferimento. Per eventuali indicazioni dettagliare, consultare il Servizio diocesano:

L’iniziazione cristiana degli adulti nella Bibbia e nel Catechismo della Chiesa Cattolica
Le Scritture offrono la pista fondamentale per scoprire il senso e la portata del battesimo (cf At 2,37-41; 8,26-40; 10,44-48) e dell’eucaristia (cf Gv 6 e le moltiplicazioni dei pani di Mt 14,13-21; Mc 6,32-44; Lc 9,10-17).
Può essere utilmente studiata e fatta oggetto di meditazione e di preghiera la sezione del Catechismo della Chiesa Cattolica (1992) dedicata ai sette sacra­menti, dove i nn. 1212-1419 offrono una preziosa sintesi dottrinale sull’iniziazione cristiana.

Riflessioni teologiche e pastorali sul catecumenato degli adulti
Le note pastorali della CEI dedicate all’iniziazione e al catecumenato sono raccolte nel volume L’iniziazione cristiana. Documenti e orientamenti della Conferenza Episcopale Italiana,Elledici, Leumann 2004.
Rinviamo al testo di Pierpaolo Caspani – Paolo Sartor, Iniziazione cristiana: l’itinerario e i sacramenti,EDB, Bologna 20112 chi volesse studiare in maniera sufficientemente completa le questioni relative all’iniziazione degli adulti e al catecumenato. Più semplice e recente il volumetto di Paolo Sartor, ABC per conoscere e vivere il Catecumenato, San Paolo, Cinisello Balsamo 2011.
Per eventuali informazioni e chiarimenti circa l’eucaristia, culmine dell’iniziazione cristiana, si vedano il divulgativo Paolo Sartor,ABC per la conoscenza e la celebrazione dell’Eucaristia, San Paolo; Cinisello Balsamo 2004 e il ben più documentato e completo manuale teologico di Pierpaolo Caspani, Pane vivo spezzato per il mondo. Linee di teologia eucaristica, Cittadella, Assisi 2011.

Prima e dopo: annuncio e mistagogia
Il catecumenato (degli adulti e dei ragazzi) ha a che fare con persone non introdotte nella Chiesa. Occorre quindi un periodo di prima evangelizzazione (accoglienza e primo annuncio) previa a qualsivoglia catechesi catecumenale. A riguardo sono preziose le annotazioni dei due documenti seguenti:
– CEI, “Questa è la nostra fede. Nota pastorale sul primo annuncio del Vangelo (15 maggio 2005);
– Vescovi delle Diocesi Lombarde, La sfida della fede: il primo annuncio, EDB, Bologna 2009.
Come è decisivo il “prima” del catecumenato, così il “dopo”. Sull’identità del tempo della mistagogia sono disponibili:
– la sintesi di Enrico Mazza, La mistagogia. Una teologia della liturgia in epoca patristica, CLV-Ed. Liturgiche, Roma 1988;
– la aggiornata trattazione di Tommaso Castiglioni, «Che cos’è la mistagogia?», La Scuola Cattolica138 (2010) 597-624.

Pastorale battesimale e ispirazione catecumenale del cammino dei ragazzi
L’interesse per il catecumenato degli adulti non toglie valore al battesimo dei bambini, che continua a rappresentare la scelta della maggioranza delle famiglie del nostro Paese. Oltre al prezioso catechismo CEI, Lasciate che i bambini vengano a me, e la Guida per l’itinerario catecumenale dei ragazzi, curata dal Servizio nazionale per il catecumenato ed edita da Elledici, si vedano due utili raccolte nate dal confronto tra vari incaricati della sperimentazione diocesana dell’iniziazione cristiana 2004-2010:
– Sonia Spinelli(ed.), Catechesi battesimale. Strumenti per il lavoro personale e di équipe, EDB, Bologna 2009;
– P. Sartor – A. Ciucci (edd.), Nella logica del catecumenato. Pratica dell’iniziazione cristiana con i ragazzi, EDB, Bologna 2010.

Ti potrebbero interessare anche: