Debutta il 29 aprile il primo spettacolo del progetto «Ti racconto la Bibbia» ideato dall'associazione culturale Ariel. Nel 2010 pronte altre rappresentazioni che le parrocchie potranno prenotare

Luisa BOVE
Redazione

«Ti racconto la Bibbia» è l’ultima novità dell’Associazione culturale Ariel. Dopo oltre 20 anni di musical, prosa e narrazione, va in scena la storia di Abramo. Il 29, 30 aprile e il 6 maggio alle 21.15 presso il CineteatroNuovo di Magenta (via San Martino 19) gli artisti racconteranno a modo loro la vicenda del grande padre nella fede. Il copione è riscritto a partire dal libro della Genesi (capitoli 12-25), ma dopo un attento studio e la supervisione del biblista don Pierantonio Tremolada che ha accettato volentieri di collaborare al progetto.
Negli anni scorsi la compagnia aveva già proposto il teatro di narrazione con la rassegna «Ti racconto un libro» per far conoscere i capolavori della letteratura italiana e straniera. Ora la scommessa è quella di raccontare la Bibbia che, «pur essendo il fondamento della nostra cultura», dice Mauro Colombo, «è ancora poco conosciuta. Per questo crediamo che sia giunto il momento di proporre iniziative che aiutino a diffonderla e il teatro di narrazione ci sembra una modalità efficace» (www.tiraccontolabibbia.it).
«Noi raccontiamo la storia di Abramo senza drammatizzazione e citando o leggendo solo alcuni brani del testo», spiega Colombo, anche se non mancano alcune tecniche teatrali (luci, suoni, musiche…) perché tutto si svolge sul palco. Di solito quando si presentano episodi biblici «viene utilizzata la forma della lettura pubblica (anche in diretta televisiva come quella andata in onda su RaiUno nell’ottobre scorso) oppure si mettono in scena spettacoli teatrali su Giobbe, Qoelet, Genesi… Noi invece raccontiamo la storia scrivendo un nuovo testo». La stesura è a cura dell’associazione, dice Alberto Baroni, «ma per la realizzazione e la messa in scena sono coinvolte anche altre persone». Il team è abituato a lavorare con tempi molto stretti, tanto che a fine febbraio il copione non era ancora stato ultimato.
La proposta di Ariel è molto ambiziosa, il libro della Genesi infatti è solo il primo dei testi biblici che la compagnia intende raccontare al suo pubblico. «Il progetto su cui stiamo lavorando è articolato su più anni – spiega Colombo -, ogni ciclo infatti comprenderà tre libri biblici con la narrazione di una figura storica (Abramo, Mosè, Davide…), una sapienziale (Ruth, Giobbe, Tobia…) e un profeta (Geremia, Osea, Daniele…)».
Lo spettacolo su Abramo, che sarà introdotto da don Tremolada, è scritto e diretto da Alberto Baroni, Mauro Colombo e Luigi Galli, mentre il progetto scenografico è affidato all’architetto Maura Restelli e all’attrice e regista Anna Traini. Per le musiche l’associazione si è rivolta a un professionista, Fiorenzo Gualandris, che ha composto musiche originali che saranno eseguite dal vivo da tre ragazze: Eugenia Canale (pianoforte), Martina Baroni (clarinetto) e Alice Gualandris (violino).
«Con questo progetto, che sarà presentato la prima volta a Magenta ci piacerebbe girare – conclude Colombo -, l’idea è di offrire un catalogo di narrazioni che potranno essere rappresentate in brevi cicli di tre». Entro il 2010 saranno pronti altri spettacoli su una figura storica, una sapienziale e un profeta. Le parrocchie, dunque, potranno prenotare ad Ariel diverse narrazioni bibliche da presentare al loro pubblico (info@arielmagenta.com oppure info@tiraccontolabibbia.it).

«Ti racconto la Bibbia» è l’ultima novità dell’Associazione culturale Ariel. Dopo oltre 20 anni di musical, prosa e narrazione, va in scena la storia di Abramo. Il 29, 30 aprile e il 6 maggio alle 21.15 presso il CineteatroNuovo di Magenta (via San Martino 19) gli artisti racconteranno a modo loro la vicenda del grande padre nella fede. Il copione è riscritto a partire dal libro della Genesi (capitoli 12-25), ma dopo un attento studio e la supervisione del biblista don Pierantonio Tremolada che ha accettato volentieri di collaborare al progetto.Negli anni scorsi la compagnia aveva già proposto il teatro di narrazione con la rassegna «Ti racconto un libro» per far conoscere i capolavori della letteratura italiana e straniera. Ora la scommessa è quella di raccontare la Bibbia che, «pur essendo il fondamento della nostra cultura», dice Mauro Colombo, «è ancora poco conosciuta. Per questo crediamo che sia giunto il momento di proporre iniziative che aiutino a diffonderla e il teatro di narrazione ci sembra una modalità efficace» (www.tiraccontolabibbia.it). «Noi raccontiamo la storia di Abramo senza drammatizzazione e citando o leggendo solo alcuni brani del testo», spiega Colombo, anche se non mancano alcune tecniche teatrali (luci, suoni, musiche…) perché tutto si svolge sul palco. Di solito quando si presentano episodi biblici «viene utilizzata la forma della lettura pubblica (anche in diretta televisiva come quella andata in onda su RaiUno nell’ottobre scorso) oppure si mettono in scena spettacoli teatrali su Giobbe, Qoelet, Genesi… Noi invece raccontiamo la storia scrivendo un nuovo testo». La stesura è a cura dell’associazione, dice Alberto Baroni, «ma per la realizzazione e la messa in scena sono coinvolte anche altre persone». Il team è abituato a lavorare con tempi molto stretti, tanto che a fine febbraio il copione non era ancora stato ultimato.La proposta di Ariel è molto ambiziosa, il libro della Genesi infatti è solo il primo dei testi biblici che la compagnia intende raccontare al suo pubblico. «Il progetto su cui stiamo lavorando è articolato su più anni – spiega Colombo -, ogni ciclo infatti comprenderà tre libri biblici con la narrazione di una figura storica (Abramo, Mosè, Davide…), una sapienziale (Ruth, Giobbe, Tobia…) e un profeta (Geremia, Osea, Daniele…)».Lo spettacolo su Abramo, che sarà introdotto da don Tremolada, è scritto e diretto da Alberto Baroni, Mauro Colombo e Luigi Galli, mentre il progetto scenografico è affidato all’architetto Maura Restelli e all’attrice e regista Anna Traini. Per le musiche l’associazione si è rivolta a un professionista, Fiorenzo Gualandris, che ha composto musiche originali che saranno eseguite dal vivo da tre ragazze: Eugenia Canale (pianoforte), Martina Baroni (clarinetto) e Alice Gualandris (violino).«Con questo progetto, che sarà presentato la prima volta a Magenta ci piacerebbe girare – conclude Colombo -, l’idea è di offrire un catalogo di narrazioni che potranno essere rappresentate in brevi cicli di tre». Entro il 2010 saranno pronti altri spettacoli su una figura storica, una sapienziale e un profeta. Le parrocchie, dunque, potranno prenotare ad Ariel diverse narrazioni bibliche da presentare al loro pubblico (info@arielmagenta.com oppure info@tiraccontolabibbia.it). Replica il 27 giugno – Lo spettacolo «La storia di Abramo» verrà replicato anche il 27 giugno in occasione della giornata di formazione per operatori delle Sale della comunità dal titolo «La Sala della comunità tra proposta e progetto». La giornata, organizzata dall’Ufficio comunicazioni sociali della diocesi, in collaborazione con Itl Cinema e Acec diocesana, presso il Cinemateatro Nuovo di Magenta, è pensata per tutti coloro che sono stabilmente impegnati come volontari in una Sala della diocesi, ma anche per chi voglia avvicinarsi per la prima volta a questa realtà. All’origine della proposta la necessità di riflettere sulla Sala della comunità come struttura pastorale da più punti di vista e attraverso alcune tra le molteplici attività possibili come una rappresentazione teatrale e la presentazione della stagione cinematografica 2009/2010. Il programma su www.itl-cinema.it. Per iscrizioni: Itl Cinema entro il 12 giugno (tel. 02.67131646 o e-mail: cinema@chiesadimilano.it). – Tutto nasce da un gesto di carità –

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi