Redazione

Per il secondo concerto della stagione 2009-2010 del Teatro Arca di Milano (corso XXII Marzo), giovedì 26 novembre, alle 21, l’appuntamento è con il Franco Cerri Jazz Quartet (Franco Cerri-chitarra, Alberto Gurrisi-organo hammond, Mattia Magatelli-contrabbasso, Riccardo Tosi-batteria), con la partecipazione di Adriano Maria Barbieri, direttore artistico della stagione, al pianoforte.
Franco Cerri è uno dei più importanti chitarristi jazz del mondo. Ha iniziato nel 1945 al fianco di Gorni Kramer, con Bruno Martelli, Franco Mojoli, Carlo Zeme e il Quartetto Cetra. Ha suonato con molti dei più grandi nomi del jazz mondiale: Wes Montgomery, Gerry Mulligan, Chet Baker, Billie Holiday, Dizzy Gillespie e Django Reinhardt, la sua prima, vera influenza chitarristica. Artista dal linguaggio espressivo immediatamente riconoscibile, nel 1980 ha inaugurato il sodalizio con il pianista e compositore Enrico Intra, con il quale ha fondato e dirige i Civici Corsi di Jazz di Milano, organizzando anche rassegne concertistiche. Definito «uno dei più importanti stilisti europei della chitarra jazz» e citato nelle più autorevoli enciclopedie e storie della musica e del jazz, ha vinto quest’anno l’Honorary Award 2009. Per il secondo concerto della stagione 2009-2010 del Teatro Arca di Milano (corso XXII Marzo), giovedì 26 novembre, alle 21, l’appuntamento è con il Franco Cerri Jazz Quartet (Franco Cerri-chitarra, Alberto Gurrisi-organo hammond, Mattia Magatelli-contrabbasso, Riccardo Tosi-batteria), con la partecipazione di Adriano Maria Barbieri, direttore artistico della stagione, al pianoforte.Franco Cerri è uno dei più importanti chitarristi jazz del mondo. Ha iniziato nel 1945 al fianco di Gorni Kramer, con Bruno Martelli, Franco Mojoli, Carlo Zeme e il Quartetto Cetra. Ha suonato con molti dei più grandi nomi del jazz mondiale: Wes Montgomery, Gerry Mulligan, Chet Baker, Billie Holiday, Dizzy Gillespie e Django Reinhardt, la sua prima, vera influenza chitarristica. Artista dal linguaggio espressivo immediatamente riconoscibile, nel 1980 ha inaugurato il sodalizio con il pianista e compositore Enrico Intra, con il quale ha fondato e dirige i Civici Corsi di Jazz di Milano, organizzando anche rassegne concertistiche. Definito «uno dei più importanti stilisti europei della chitarra jazz» e citato nelle più autorevoli enciclopedie e storie della musica e del jazz, ha vinto quest’anno l’Honorary Award 2009.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi