Dal 1° luglio la sesta edizione dell'iniziativa nel Conservatorio di Milano


Redazione

30/06/2008

Dal 1° luglio al 7 settembre ritorna la bella iniziativa dei “Concerti nel chiostro” del Conservatorio di Milano. È la sesta edizione, organizzata nell’ambito de “La bella Estate del Cinema”, promossa dall’Assessorato al Tempo Libero del Comune di Milano, in collaborazione con Anteo spazioCinema.

Nella felice e comprovata formula concerto + film, il cartellone si presenta ricco e variegato, contemplando i generi musicali più diversi, dalla musica medievale allo sperimentalismo multimediale, dal musical alla classica al pop e al jazz. Ampio spazio viene riservato alla musica contemporanea e a quella del Novecento, con la significativa presenza di brani che rarissimamente si possono ascoltare oggi nelle sale da concerto. La scelta degli abbinamenti tra musica e film asseconda legami aperti e nascosti, per creare un rapporto tra suono e immagine.

L’edizione 2008 vanta ospiti illustri. Nella serata inaugurale, il 1° luglio, il violinista Enzo Porta interpreta La lontananza nostalgica utopica futura di Luigi Nono, in tema con la successiva proiezione del film Nostalghia di Tarkovskij. Sabato 5 luglio il celebre basso Nicholas Isherwood invece sarà l’interprete di un’altra serata Tarkovskij, con l’esecuzione del raro Gesang der Jünglinge di Stockhausen prima della proiezione del film Solaris.

Di grande interesse è anche il concerto dedicato alla musica contemporanea spagnola che precede il film Pepe, Luci, Bom e le altre ragazze del mucchio di Almodovar e che vede ospite il violinista di fama internazionale Manuel Guillen, docente al Conservatorio di Madrid e alla Juilliard School di New York (7 luglio).

Il 14 luglio invece salirà sul palco del chiostro il fisarmonicista Corrado Rojac per introdurre musicalmente al film Arca Russa di Sokurov con un programma dedicato alla musica russa del Novecento. Il programma America oggi – cui segue la proiezione di Radio America di Robert Altman – vede la significativa presenza del pianista Oscar Pizzo, per un programma tutto americano con musiche di Glass, Adams, Duckworth e Curran.

Ma “Concerti nel chiostro” tende a valorizzare innanzitutto gli allievi e i prodotti artistici del Conservatorio, con le performance di alcuni tra i medi e grandi ensemble presenti all’interno del Conservatorio, che non sempre hanno avuto in passato l’occasione di dire la loro: i gruppi di improvvisazione suoneranno il 18 e il 22 luglio, il gruppo di world music il 3 luglio; il coro Delman Early Consort il 2 luglio e l’Ensemble di Fisarmoniche il 3 settembre.

Gli strumentisti vincitori di concorsi si alterneranno sul palco forti del potere inebriante del loro virtuosismo: vedremo Dario Brignoli al clarinetto il 15 luglio e i pianisti Giulio Ruzza ed Elia Tagliavia rispettivamente il 30 e il 9 luglio. Quest’ultimo ci regalerà un autentico masterpiece che è veramente raro sentire a causa della sua grande difficoltà: la Sonata in si minore di Franz Liszt.

Info: tel. 02.43912769 / 6597732 – www.spaziocinema.info; tel. 02.762110214 – www.consmilano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi