A Roma una conferenza organizzativa per fare il punto sul rapporto tra l’attività sportiva e il mondo della disabilità

Massimo Achini

Una conferenza organizzativa su “Sport e disabili”: la organizza a Roma il 7 e l’8 marzo il Centro sportivo italiano (Csi). “Gioco anch’io! Csi e disabili, facciamo il punto” sarà una sorta di pit stop per fermarsi a riflettere sullo sport per disabili, nell‘anno del 70° di fondazione del Csi. L’appuntamento si rivolge ai responsabili territoriali e regionali sport-disabili, ai direttori tecnici, agli operatori di società sportiva, agli educatori professionali e a tutti gli interessati a promuovere l‘attività di persone disabili presso i comitati e le società sportive. Oggi sono più di 300 il numero delle società sportive con atleti disabili; i comitati con tesserati disabili sono già 88.

Venerdì 7 marzo Anna Maria Manara, responsabile nazionale sport-disabili Csi, aprirà i lavori con un bilancio degli ultimi 4 anni di proposta sportiva arancioblu. Nella mattinata di sabato 8 marzo, il presidente nazionale Massimo Achini approfondirà il rapporto tra il Csi e il mondo paralimpico. Nel programma della due giorni spazio anche alle testimonianze e alle esperienze del territorio. Nel pomeriggio approfondimenti e workshop tematici, iniziando dalle proposte di attività sportiva a cura della Direzione tecnica nazionale, passando per la progettazione in rete a cura di Paolo Zarzana, responsabile attività disabili Emilia-Romagna e tecnico della Nazionale di calcio Csi amputati.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi