Share

Quaresima e pace

«Noi vogliamo la pace», conclusa la campagna

La raccolta di adesioni all’appello dell’Arcivescovo è terminata con la Domenica delle Palme. Nei prossimi giorni saranno comunicati i dati definitivi

23 Febbraio 2023
Foto Sunguk Kim - Unsplash

Domenica 2 aprile, Domenica delle Palme, si è conclusa la raccolta di adesioni all’appello «Noi vogliamo la pace» che l’Arcivescovo ha lanciato all’inizio della Quaresima. Ecco il testo:

«NOI VOGLIAMO LA PACE,
I POPOLI VOGLIONO LA PACE!
Anch’io voglio la pace e chiedo ai potenti, ai politici, ai diplomatici, alle Chiese e alle religioni:
“Per favore, cercate la pace!”
In questo tempo di Quaresima mi impegnerò per una preghiera costante e per pratiche di penitenza».

Le adesioni pervenute ammontano a oltre 33 mila (22 mila online e 11 mila cartacee – dato aggiornato all’1 aprile). Nei prossimi giorni saranno comunicati i dati definitivi. Al totale hanno contribuito significativamente i partecipanti all’Incontro diocesano dei Cresimandi svoltosi domenica 26 marzo allo Stadio Meazza di San Siro (leggi qui). Grazie al QRCode inserito nel libretto dell’Incontro, nel solo pomeriggio sono pervenute circa 2500 adesioni.

Tra le adesioni pubbliche, ricordiamo quelle formulate da attori, musicisti, giornalisti, docenti, esponenti di associazioni e movimenti e diversi fedeli impegnati nella vita pastorale delle loro comunità, che hanno inviato videomessaggi raccolti in questi due filmati:

primo filmato

secondo filmato

L’iniziativa è stata sostenuta anche dai Vescovi lombardi, che nella sessione della Conferenza episcopale lombarda del 15 e 16 marzo a Caravaggio (Bg) hanno deciso di chiedere ai fedeli delle loro Diocesi di aderire all’appello.

Anche l’Unione Giuristi Cattolici di Milano, come deliberato dal suo Consiglio direttivo, ha aderito all’appello.

La preghiera

Nel suo messaggio del 12 febbraio (leggi qui), l’Arcivescovo ha sollecitato i fedeli ambrosiani a vivere la Quaresima nell’ottica della conversione personale, della penitenza e della preghiera. Per quest’ultima, in particolare, ha formulato questa intenzione specifica.

Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
Padre nostro,
noi ti preghiamo per confidarti lo strazio della nostra impotenza:
vorremmo la pace e assistiamo a tragedie di guerre interminabili!
Vieni in aiuto alla nostra debolezza,
manda il tuo Spirito di pace
in noi, nei potenti della terra, in tutti.

Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
Padre nostro,
noi ti preghiamo per invocare l’ostinazione nella fiducia:
donaci il tuo Spirito di fortezza,
perché non vogliamo rassegnarci,
non possiamo permettere che il fratello uccida il fratello,
che le armi distruggano la terra.

Padre del Signore nostro Gesù Cristo,
Padre nostro,
noi ti preghiamo per dichiararci disponibili
per ogni percorso e azione e penitenza
e parola e sacrificio per la pace.
Dona a tutti il tuo Spirito,
perché converta i cuori, susciti i santi
e convinca uomini e donne a farsi avanti
per essere costruttori di pace,
figli tuoi.

Per parrocchie e comunità

Nel primo Venerdì della Quaresima ambrosiana (3 marzo) l’Arcivescovo ha invitato in Duomo chi volesse condividere con lui un momento di digiuno e preghiera per la pace (leggi qui). Per le parrocchie e le comunità che intendano promuovere una iniziativa simile nel loro contesto è disponibile un testo (in formato .docx e .pdf).