Sirio 01-03 marzo 2024
Share

Nomina

Cei, Savina nuovo responsabile per ecumenismo e dialogo

Il parroco di Greco, tra gli animatori del Refettorio ambrosiano, succede a don Cristiano Bettega

27 Settembre 2018
Don Giuliano Savina

Tra le nomine a cui il Consiglio episcopale permanente della Cei ha provveduto nel corso della riunione svoltasi a Roma dal 24 al 26 settembre c’è quella di don Giuliano Savina, sacerdote ambrosiano, quale nuovo direttore dell’Ufficio Nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso. Succede a don Cristiano Bettega.

Don Savina, milanese, 55 anni, prete dal 1987, è attualmente responsabile della Comunità pastorale San Giovanni Paolo II, in zona Greco a Milano. In questa veste è stato tra i promotori della trasformazione dell’ex cinema parrocchiale in quello che è diventato il Refettorio Ambrosiano, la mensa solidale inaugurata in occasione di Expo 2015, che costituisce uno dei simboli dell’impegno della Chiesa ambrosiana sul fronte della condivisione alimentare e della lotta allo spreco.

Savina è anche oggi uno dei principali animatori del Refettorio come luogo di cultura e di incontro tra esperienze e tradizioni culturali e religiose diverse. Per il suo impegno è stato insignito dell’Ambrogino d’oro, la massima onorificenza civica

Leggi anche

Intervista
Don Giuliano Savina

Savina: «Il bene del Refettorio è contagioso»

Il parroco di Greco insignito dell'Ambrogino d'oro: «Questo luogo da la possibilità di mettersi in ascolto delle paure e delle ansie dell’altro. Da qui è nato un dialogo tale da essere riconosciuto con questa importante onorificenza»

di Cristina CONTI