Ogni anno sempre più oratori, sull’esempio di realtà consolidate come quella di Bresso, decidono di buttarsi nella sfida educativa di un oratorio estivo veramente inclusivo, dove le persone con disabilità non siano solo accolte ma valorizzate come risorsa indispensabile per tutta la comunità

a_Carugate-Cooperativa-sociale-Il-sorriso-1
Carugate, Cooperativa sociale "Il sorriso"

A Carugate la Cooperativa Sociale “Il Sorriso” ha tenuto dei laboratori musicali e artistici in collaborazione con l’oratorio per 4 settimane.
Momenti di condivisione, suddivisi per fasce di età, la cui proposta ha avuto come finalità la bellezza dello stare bene insieme.
Bambini e giovani sono stati coinvolti attraverso ritmi musicali e realizzazione di lavori esposti poi nel laboratorio artistico.
Inoltre alcuni operatori e giovani de “Il Sorriso” si sono recati all’oratorio di Omate per una testimonianza all’interno della Settimana della Solidarietà con i bambini dell’oratorio estivo.

L’oratorio di Dumenza-Agra-Curiglia nel varesotto conta una ventina di animatori e 100 bambini iscritti, di cui 6 con disabilità.
Racconta don Nicola Porcellini «ci siamo organizzati per avere due figure professionali che coordinino l’oratorio estivo nella prima parte della giornata. Quest’anno, per una situazione provvidenziale, siamo riusciti ad assumere con questo ruolo di coordinatrici le stesse educatrici che per altra cooperativa lavorano lungo l’anno nella scuola del paese con gli stessi bambini. Gli animatori hanno seguito anche una formazione pre-oratorio con un’operatrice (pedagogista e parrocchiana) dalla Coop. Punto e Virgola che ha sede a Luino e si occupa di autismo.»

La Lega del filo d’oro quest’estate ha aperto la sua struttura ai bambini della Comunità pastorale Santa Maria di Lesmo. I 15 ospiti coinvolti si sono raccontati, sono stati i maestri di alcune attività proposte e sono riusciti anche a far emozionare soprattutto gli adolescenti e gli animatori, che non avevano mai conosciuto il mondo della disabilità.
I bambini sono stati anche coinvolti nella realizzazione di manufatti di lana e nell’allestimento di un albero della struttura e del cancello dell’oratorio in occasione della giornata internazionale della sordocecità.
Elda ci tiene a ringraziare «tutti gli operatori e i volontari per la loro collaborazione affinché questo progetto fosse realizzato nel miglior modo possibile, ma un grazie speciale va a Don Mauro e don Stefano per aver scelto di illuminare la comunità lesmese con questo “faro” nato nel 2004, la Lega del Filo d’oro»

Presso gli oratori delle parrocchie Maria Madre e San Barnaba nel quartiere Gratosoglio (Milano) si è svolto un centro estivo con un modello inclusivo della durata di 5 settimane, rivolto a ragazzi dalla prima elementare alla terza media.
Nell’oratorio di San Barnaba tre educatori, gli animatori e alcuni adulti hanno accolto circa 50 ragazzi dalla quinta elementare alla terza media.
«Si è lavorato molto sul far accettare ai ragazzi ciò che è diverso da loro, cercando di creare un clima che fosse il più possibile inclusivo e amichevole con e verso tutti» raccontano Almedin e Andrea, educatori del centro estivo.
Le attività sono state pensate e organizzate per garantire la partecipazione di tutti i ragazzi tenendo conto delle diverse fragilità presenti. I ragazzi hanno potuto partecipare a laboratori di cucina, corto-visione, murales, calcio e, grazie all’aiuto di specialisti esterni, baskin.

Un gruppo di ragazzi dell’Oratorio della parrocchia SS. Filippo e Giacomo a Giussano ha vissuto una bella esperienza con i ragazzi dell’Associazione Il Mosaico.
Nelle 4 settimane del laboratorio di pasticceria svoltosi all’Oratorio Feriale, hanno preparato dei semplici dolci freddi: ognuno il proprio, tutti lo stesso, tutti con lo stesso risultato, tutti protagonisti, nessuno escluso, in un clima di serenità e gioia, ognuno contento di aver partecipato, collaborato, aiutato (anche a riordinare).
Per concludere, all’ultimo incontro, divisi a gruppi insieme hanno preparato alcuni dolci da condividere con tutti al termine di una serata di festa dell’Oratorio Feriale. Maria Adele che ci ha scitto ha voluto concludere il suo racconto citando una frase di papa Francesco: “i gsti d’amore, anche piccoli e nascosti, cambiano la storia”.

L’oratorio di Novegro (Segrate) ha deciso di dedicare il mese di giugno esclusivamente a preadolescenti e adolescenti, non come volontari ma come destinatari della proposta, poiché in questa fascia d’età la pandemia ha fatto emergere particolari difficoltà di socialità, relazione, apertura al mondo.
Tre settimane inclusive a base di musica e sport, organizzate insieme alla scuola di musica Bach Street School e alla cooperativa Spazio Aperto Servizi, che hanno visto anche la partecipazione ad alcune attività dei ragazzi dello SFA della cooperativa Graffiti, che ha sede in oratorio. L’esperienza è andata molto bene e verrà riproposta di sicuro la prossima estate e forse anche durante l’anno.
Anna Maria Venturini ci scrive «Quest’estate Alessandra, al termine degli esami di terza media, ha potuto partecipare alla sua prima esperienza di oratorio estivo. Alessandra e la sua famiglia sono stati molto felici e contano di ripetere l’esperienza il prossimo anno. I ragazzi con disabilità necessitano di un’attenzione particolare, spazi, tempi ed attività modulati per le loro esigenze e a Novegro tutto ciò è stato realizzato.
Grazie a Chiara, Luca, Yuri e Manuel.»

A Melzo la “Margherita d’oro”, onorificenza assegnata a una realtà che si sia distinta nel comunicare il Vangelo e viverlo all’interno della comunità, quest’anno verrà consegnata allo “Spazio della Gioia”, una proposta dell’oratorio Sant’Alessandro per dare anche alle persone con disabilità la possibilità di incontrare Gesù e intraprendere un cammino di fede. Lo Spazio della Gioia è nato 15 anni fa e da allora non è mai mancato l’entusiasmo e la fantasia, portando idee nuove ed escogitando modalità diverse per la catechesi.
Lo Spazio della Gioia è aperto a tutti, un luogo in cui nessuno si sente escluso ma ognuno è protagonista della vita dell’oratorio. Una delle convinzioni di mamma Sabrina e di chi con lei porta avanti questa bellissima proposta è che solo accanto a Gesù la vita può essere ricca di cose belle, nonostante le difficoltà che a volte rendono difficile guardare il futuro con fiducia.
Gli amici dello Spazio della Gioia desiderano dedicare la Margherita d’oro a Fabrizio e a Davide, due persone che facevano parte di questo bellissima proposta e che ora dal Cielo festeggiano questa importante onorificenza.

Due le esperienze significative per la Comunità Pastorale Epifania del Signore di Brugherio: la prima, in continuazione con lo scorso anno, ha previsto di inserire nelle équipe educative dell’oratorio estivo gli educatori della cooperativa che si occupa di ragazzi con disabilità durante l’anno; la seconda ha visto la partecipazione di alcuni ragazzi con disabilità alla vacanza in montagna (organizzata per i ragazzi dalla seconda alla quinta elementare) grazie anche alla presenza di una catechista che li conosce bene. Un’esperienza arricchente per tutti: non solo una vacanza inclusiva, ma la possibilità di costruire nuove amicizie e relazioni significative.

Alessia, responsabile del progetto inclusivo degli oratori della comunità pastorale Madonna del Piastrello a Bresso, ci scrive che anche quest’anno gli oratori si sono popolati di bambini, ragazzi preadolescenti e adolescenti per vivere insieme l’oratorio estivo. Come da diversi anni a questa parte, una delle principali ricchezze di questa esperienza è la qualità inclusiva che si respira sui campi dei nostri oratori, che questa estate hanno incluso 16 bambini e ragazzi con disabilità nei giochi e nelle attività organizzate. I più piccoli delle elementari hanno potuto sperimentare laboratori creativi e sensoriali in linea con il tema BattiCuore degli oratori estivi, divertirsi con i giochi proposti dagli animatori e ritrovare la socialità e la bellezza di stare tutti insieme. I più grandi delle medie sono stati coinvolti in sfide e giochi avvincenti, riscoprendo il significato e il valore dello stare in una squadra… e non solo! I tre ragazzi con disabilità più grandi quest’anno sono diventati animatori! Un ruolo di grande responsabilità, che ha permesso la crescita sotto diversi punti di vista!
Alessia sottolinea come sempre di più ci si accorge che respirare questa aria inclusiva non solo fa del bene a chi ne ha bisogno, ma aiuta a creare legami saldi e a raffinare la sensibilità e lo sguardo di chiunque varchi l’ingresso degli oratori di Bresso. Le attività estive sono terminate l’8 luglio, ma a settembre ci sarà ancora spazio per vivere l’ultima settimana di oratorio estivo!

Puoi vedere altre foto e video o contattare le diverse realtà a questi indirizzi:

Carugate
https://www.facebook.com/OratorioCarugate
https://www.facebook.com/ilsorrisocoop.s

Dumenza
parrocchiadumenza@gmail.com
Don Nicola 3336850604

Lesmo
https://www.facebook.com/Quattro-Campanili-102549714941721
https://www.legadelfilodoro.it

Gratosoglio
https://www.facebook.com/DueCortiliGratosoglio/
https://www.chiesagratosoglio.org/

Giussano
http://www.comunitasanpaolo.it/
https://www.facebook.com/ilmosaicogiussano/

Novegro
https://www.facebook.com/oratorionovegro

Melzo
https://www.facebook.com/Oratori-di-Melzo-523868871072553
http://www.sanfrancescomelzo.it/wp/wp-content/uploads/2016/03/VOLANTINO-SPAZIO-DELLA-GIOIA.pdf
https://www.chiesadimelzo.it/

Brugherio
https://www.epifaniadelsignore.it/
https://www.facebook.com/osgbrugherio

Bresso
https://www.facebook.com/oratoridibresso
https://www.madonnadelpilastrello.it/

Ti potrebbero interessare anche: