Formazione/Diari di viaggio

22 marzo Leon – Villadango di Paramo

Partenza 8 da Leon - 10 Virgen del Cammino - 12 S. Miguel del Cammino - (pranzo) - 15 arrivo VilladangoNote emozioni : si parte con pioggerellina e con fango sulla strada in rifacimento nell'uscita da LeonSiamo in cammino !!! Continuita di case da Leon fino a Virgen del CaminoBun pasto con ottima bevuta a S.Miguel ed il tutto favorira' canti a squaciagolaNidi e Condomini di nidi di Cicogne sui frontespizi delle chieseCani enormi ed abbaiati per fortuna legati o rinchiusiIl rifugio e' aperto e troviamo 2 brasiliani, occupiamo una delle 8 stanzette da sei postile stanzette non hanno porte e non ci sono scuri alle finestreCena all'Hostal Libertad con ottima sopa poi a letto

Itinerari di fede nel mondo

- GRECIA Viaggio nella Grecia classica e cristiana     ISRAELE Gerusalemme, Shalom!     GERMANIA Alle sorgenti del Danubio Dresda  I mercatini di Natale Viaggio nel nord-ovest della Germania LE BELLEZZE DELLA WESTFALIA     GERMANIA Seiffen (Sassonia) il paese dei balocchi

Eremita e battezzatore

Fuggito dalla persecuzione della donna indemoniata, Marino trovò riparo alla Baldasserona, in una grotta detta oggi Sacello del Santo. Per un anno Marino ebbe per letto la ghiaia della fredda terra, con una pietra per guanciale; visse tra le belve in solitudine; pregò incessantemente, lavorando a un suo orto da cui prendeva cibo solo a sera e bevendo poca acqua che sgorgava dalla rupe.Vestito di poco panno, forte della sua innocenza e sopportando il gelo, combatté con la preghiera le immagini di belve mostruose suscitate dal diavolo e perseverò confidando solo nel Signore.

La storia

Secondo un'antica tradizione, Marino approdò a Rimini nel 257, insieme all'amico Leo, dall'isola di Arbe in Dalmazia per sbozzare la pietra nei pressi del porto. Qui diffondeva il Vangelo tra i suoi compagni, per i quali scavò un pozzo, ancora visibile nel chiostro della Chiesa dei Santi Marino e Bartolomeo. Mossa dal diavolo, una donna giunse dalla Dalmazia e, affermando di essere moglie di Marino, lo accusò di averla abbandonata. Saputo ciò, Marino si allontanò da Rimini e si rifugiò in una grotta sulle pendici del Monte Titano, nel luogo detto Baldasserona. Qui visse da eremita.Alcuni pastori lo videro, parlarono di lui e la donna poté trovarlo. Marino si rifugiò dentro la grotta: dopo: dopo sei giorni di preghiera la donna rinsavì e ritornò a Rimini dove, dopo aver confessato la sua colpa, morì. Marino allora, volendo vivere in solitudine e preghiera portò sulla sommità del monte dove costruì una piccola chiesa.Verissimo figlio di una matrona riminese, proprietaria di molte terre e del monte Titano, salì a provocarlo, ma fu punito con mutismo e paralisi. Portato a, la madre Felicissima comprese l'accaduto e corse dal santo promettendogli qualunque cosa egli volesse. Marino chiese solo la loro conversione e la terra bastante alla sua sepoltura; poi risanò Verissimo e battezzò tutti i suoi famigliari. Felicissima allora gli donò tutto il monte.Marino lasciò la sua cella sul Titano solo quando Gaudenzio, vescovo di Rimini, lo chiamò a sé insieme a Leo, avendo conosciuta la loro fama. Leo, ordinato sacerdote, si recò nel paese che da lui prese poi il nome e così fece Marino che umilmente volle restare diacono. Alla sua morte, nel 301, lasciò la terra avuta in dono alla comunità che gli si era radunata intorno.

Itinerari culturali nel mondo

Egitto, In crociera sul Nilo Russia, Verso San Pietroburgo, Mosca e lungo "l'anello d'oro" Siria e Libano, Viaggio in contromano... Turchia, La magia della Cappadocia...

Shalom Gersualemme!

Ho avuto l'onore di vivere per parecchi anni la gioia di poter dire "L'anno prossimo a Gerusalemme", di camminare sui suoi ciotoli, di assaporarne i profumi, gli incensi, l'aria ... il vento.....,di pregare, di cantare ..,di osservare con il cuore.Quando il Pellegrino per eccellenza è partito per la Terra Santa, mi sono sbizzarrita in sintesi delle sue giornate, sintesi prese da articoli di giornali, foto prelevate da giornali, tutto prelevato, scelto, letto, solo le congiunzioni, alcuni commenti e il divertimento sono miei!Ed ora anche vostri..