Sap 1,1-11b; Sal 85; Mc 10,1-12 La Sapienza è un dono elargito da Dio a quanti cercano di cuore il Signore e hanno l’anima libera dal male. (Sap 1) Las sapienza non entra in un cuore che è oppresso dal peccato, ai giudici, a quanti devono esercitare ed amministrare la giustizia Dio dona la sua sapienza purchè essi siano di cuore semplice. La semplicità del cuore non è una moneta molto corrente, nè particolarmente ricercata al giorno d’oggi, eppure è quella dote che consente di cogliere il senso della vita, senza mettere alla prova Dio stesso. ‘I ragionamenti distorti separano da Dio’ e impediscono di comprenderne la verità. Questo fanno i farisei verso Gesù, vogliono metterlo alla prova per vedere come se la cava di fronte ad un quesito imbarazzante come la liceità del ripudio della propria moglie. Se Mosè l’aveva accolta, Gesù rimanda la domanda ai suoi interlocutori ponendola in modo radicale, sull’originale disegno di Dio, unico vero parametro di valutazione di ogni comportamento umano. Preghiamo col Salmo Porgi l’orecchio, Signore alla mia preghiera e sii attento alla voce delle mie suppliche. Fra gli dei nessuno è come te, Signore, e non c’è nulla come le tue opere.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi