DOMENICA 20 MARZO Es 20,2-24; Sal 18(19); Ef 1,15-23; Gv 4,5-42 “Io sono il Signore tuo Dio. Non avrai altri dei. Non pronuncerai invano il nome del Signore. Ricordati del giorno del sabato per santificarlo. Onora tuo padre e tua madre. Non ucciderai. Non commetterai adulterio. Non ruberai.” (Es.20, 2a.3.7a.8.12a.13-15) I dieci comandamenti sono sempre validi, è Gesù stesso che lo dice nel Vangelo di pochi giorni fa. Valido pure il confrontarsi con essi per un serio esame di coscienza in vista della confessione. Basterebbe iniziare chiedendosi se il Signore è il “mio” Dio, o è un dio in mezzo a tanti altri dei e se lo conosco veramente. Nei Vangeli è Gesù che ne rivela il vero volto, io li leggo? In quello d’oggi vediamo un Dio che si avvicina alla creatura in situazione di peccato per portarla alla conversione. La Samaritana, andata ad attingere acqua al pozzo, vi ha potuto bere l’acqua della grazia che sgorga continuamente da Cristo, fontana che disseta, lava e purifica, e che attraverso i Sacramenti si riversa anche oggi su di noi per santificarci. Preghiamo Padre santo e misericordioso, infrangi la durezza della nostra mente e del cuore perché sappiamo accogliere i tuoi insegnamenti e portiamo frutti di vera e continua conversione. (dalla Liturgia) Impegno settimanale Vivere il sacramento della Riconciliazione preparandosi con un’approfondita riflessione. [da: La Parola ogni giorno – NASCERE DA ACQUA E SPIRITO – Santità battesimale – Quaresima 2011 – Centro Ambrosiano]

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi