In serata un incontro di preghiera insieme ai maturandi, con un intervento di Franco Nembrini su Dante e Virgilio. Delpini: «la risposta al Signore che chiama è in tre parole chiave: sogno, servizio, fedeltà»

Milano, 21 aprile 2021 – Domenica 25 aprile ricorre per la Chiesa cattolica la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. Nell’occasione l’Arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, visiterà quattro monasteri femminili di clausura, mentre alla sera incontrerà una rappresentanza di giovani maturandi della città di Milano, riuniti nella basilica di San Lorenzo per un momento di preghiera e di dialogo con il professor Franco Nembrini.

Al mattino e nel primo pomeriggio di domenica mons. Delpini visiterà i quattro monasteri femminili di clausura presenti a Milano, sostando in ciascuno di essi per brevi momenti di preghiera. Alle religiose l’Arcivescovo consegnerà una lampada rossa, la stessa – il cui modello è stato realizzato dagli ospiti della Sacra Famiglia di Cesano Boscone – che viene donata all’inizio delle visite pastorali nelle parrocchie.

«La lampada – spiega lo stesso Arcivescovo – rappresenta l’invito a pregare per le vocazioni. Sono infatti in pensiero perché in città ci sono molte lampade che potrebbero fare luce, potrebbero regalare allegria. Ma sono spente. Sono soprammobili inutili. La vocazione si può descrivere come il fuoco che accende il fuoco. La preghiera per le vocazioni che chiedo alla monache non ha come scopo di convincere Dio a mandare qualcuno in seminario o in convento. Piuttosto invoco lo Spirito Santo perché ogni lampada si accenda. La vocazione è la chiamata che accende tutti, perché ciascuno sia luce nella luce, viva nella gioia partecipando alla gioia di Dio».

«Il messaggio di Papa Francesco per questa giornata – prosegue l’Arcivescovo nel presentare il senso di questa iniziativa – è un invito a riconoscere come prende vita e arde la risposta al Signore che chiama, con tre parole chiave: sogno, servizio, fedeltà. Proprio san Giuseppe, come scrive Papa Francesco, è il custode delle vocazioni perché Giuseppe è l’uomo dei sogni, è totalmente a servizio, è fedele e affidabile. La mia visita nei monasteri è per invitare le monache a pregare e per invitare alla preghiera anche tutta la città e la diocesi. Che ciascuno possa essere ardore».

Questo il programma della visita: alle 8 l’Arcivescovo visiterà il Monastero delle Clarisse (piazza Piccoli Martiri 3), alle 14.30 il Monastero San Benedetto (via Bellotti 10), alle 15.15 il Monastero delle Agostiniane (via Ponzio 46) e alle 16.15 il Monastero delle Carmelitane Scalze (via Marcantonio Colonna 30).

Nella Diocesi di Milano sono presenti 15 monasteri femminili di clausura: tre delle Carmelitane scalze, tre delle Benedettine, tre delle Monache romite ambrosiane, due delle Adoratrici perpetue del SS. Sacramento, uno di Clarisse (Sorelle povere di Chiara), Agostiniane, Passioniste e Monache di S. Francesco d’Assisi. Complessivamente vivono in questi monasteri 210 suore (di cui 15 di origine straniera). I monasteri maschili di clausura in Diocesi sono quattro, con 66 monaci: a Milano (Abbazia cistercense di S. Maria di Chiaravalle), Buccinasco (Comunità dei SS. Pietro e Paolo), Dumenza (Comunità monastica SS. Trinità) e Seregno (Abbazia di S. Benedetto).

«A due a due» è invece il titolo dell’incontro di riflessione e preghiera promosso dai Servizi diocesani per la Pastorale giovanile e la Pastorale scolastica pensato per 18/19enni. I giovani e i loro educatori potranno porsi in ascolto del professor Franco Nembrini, insegnante, pedagogista e saggista, e poi in dialogo con l’Arcivescovo Delpini, riflettendo in particolare sullo speciale rapporto tra Dante e Virgilio. I maturandi si confronteranno sulla vocazione quale esperienza che si vive insieme, “a due a due” appunto, esperienza in cui è importante essere accompagnati da adulti significativi.

L’incontro si svolgerà nella Basilica di San Lorenzo Maggiore a Milano (corso di Porta Ticinese 35). A causa delle restrizioni dovute alla pandemia, potranno partecipare in presenza soltanto alcuni gruppi della città di Milano. Tutti gli interessati potranno seguire l’evento in diretta sul canale YouTube Pastorale Giovanile Fom Milano, dalle 19.15.

Stefano Femminis
Responsabile Ufficio Comunicazioni sociali
Arcidiocesi di Milano

Ti potrebbero interessare anche: