Storia
Le suore del Palazzolo di Milano che salvarono ebrei e perseguitati

Le suore del Palazzolo di Milano che salvarono ebrei e perseguitati

Una vicenda poco nota, ma che merita di essere ricordata: tra il settembre 1943 e la Liberazione, le religiose delle Poverelle, con il sostegno del cardinal Schuster, accolsero, nascosero e salvarono centinaia di persone ricercate dai nazifascisti. Pagando in prima persona il loro coraggio e la loro carità cristiana. «Siamo state partigiane - ricordava la superiora, madre Donata -: partigiane di Cristo»

di Luca FRIGERIO

Al Memoriale della Shoah, tra storia e futuro

Al Memoriale della Shoah, tra storia e futuro

Lunedì 15 gennaio il dialogo tra l’Arcivescovo e il Rabbino capo di Milano

Milano
«Oggi noi abbiamo la responsabilità della speranza»

«Oggi noi abbiamo la responsabilità della speranza»

Lo ha affermato l’Arcivescovo al Memoriale della Shoah dialogando con il rabbino capo di Milano, rav Alfonso Arbib, alla vigilia della Giornata dedicata al dialogo ebraico-cristiano e in vista del Giorno della Memoria. Un incontro che, partendo dalla figura biblica di Giacobbe, ha cercato di leggere le drammatiche vicende del nostro tempo, con la preoccupazione per il crescente antisemitismo.

di Annamaria BRACCINI

Milano
Delpini al Memoriale della Shoah con Arbib e i ragazzi ambrosiani

Delpini al Memoriale della Shoah con Arbib e i ragazzi ambrosiani

Lunedì 15 gennaio doppio appuntamento per l’Arcivescovo: alle 18 incontro con il Rabbino in occasione della Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cristiani ed ebrei; alle 19 la visita con un gruppo di adolescenti della Diocesi

Dialogo
Cattolici ed Ebrei a Milano uniti per educare alla pace

Cattolici ed Ebrei a Milano uniti per educare alla pace

Questo l’impegno comune preso dopo la consegna del messaggio dell’Arcivescovo da parte di monsignor Bressan al Rabbino Arbib, che ha così risposto: «Pregheremo secondo il suo invito. Quando si viene aggrediti, però, la difesa non è solo legittima, ma in alcuni casi doverosa»

di Annamaria BRACCINI

Fenomeno
Di Segni: «L’odio antisemita è radicato e mai sopito, bisogna combatterlo con la verità»

Di Segni: «L’odio antisemita è radicato e mai sopito, bisogna combatterlo con la verità»

La presidente dell'Unione delle Comunità ebraiche in Italia commenta la preoccupazione espressa dal cardinale Zuppi all’Assemblea della Cei: «Le sue parole di condanna sono importanti, ma sono un’affermazione ampia che è necessario esplicitare. La morte a Gaza è davvero l’ultima cosa che qualsiasi israeliano vuole vedere»

di Maria Chiara BIAGIONI Agensir

Vaticano
Il Papa ai rabbini europei: il dialogo edifica la pace

Il Papa ai rabbini europei: il dialogo edifica la pace

Nuovo appello per la Terra Santa, «avversata dalle bassezze dell’odio e dal rumore funesto delle armi». Preoccupazione e condanna per «il diffondersi di manifestazioni antisemite». Il discorso non pronunciato per un lieve raffreddore

di Francesca SABATINELLI

Storia
Rapito, la ricostruzione cinematografica di Marco Bellocchio del caso Mortara

Rapito, la ricostruzione cinematografica di Marco Bellocchio del caso Mortara

Il film riprende la vicenda storica di Edgardo Mortara, un bambino di origine ebraica che dopo il battesimo fu sottratto dalla famiglia per essere educato in Vaticano

di Gabriele Lingieri

Storia
Don Gilberto Pozzi, lo

Don Gilberto Pozzi, lo "Schindler" di Clivio

Dopo l'Armistizio del 1943 fu uno dei "ribelli per amore" dei sacerdoti ambrosiani. Nel varesotto, al confine con la Svizzera, aiutò perseguitati, renitenti alla leva ed ebrei a espatriare, appoggiando l'organizzazione Oscar. Per questo fu anche arrestato dai fascisti più volte. La sua storia è oggi raccontata in un libro di Severino e Grienti.

di Luca Frigerio