Tradate | 15 Maggio 2022

Fede e vita, confronto tra Delpini e de Bortoli

Mercoledì 18 maggio il dibattito (anche su Fb) tra l’Arcivescovo e il giornalista conclude i «Dialoghi» promossi dal Decanato per riflettere sul futuro della Chiesa e della società dopo la pandemia

AUDIO | 14 Aprile 2022

Lampertico: «Usciremo dalla pandemia quando i Paesi del Sud avranno la possibilità di vaccinarsi»

Anche sui vaccini sembra riproporsi lo squilibrio tra Nord e Sud del mondo. Dopo mesi di produzione no stop, nei frigoriferi ora ci sono 2 miliardi e 300 milioni di dosi. I Paesi poveri ne hanno bisogno, ma arrivano quando la scadenza è troppo vicina:, così 240 milioni di dosi finiscono in discarica. Ne parliamo con Stefano Lampertico, direttore del mensile Scarp de' Tenis

AUDIO | 01 Aprile 2022

Pessina: «Ripristinare la normalità nelle Rsa è tutt’altro che scontato»

Finito lo "stato d'emergenza": la giornata odierna potrebbe essere considerata il primo giorno della "ritrovata normalità", anche se non completa. Ieri a Roma si è tenuta la manifestazione dei parenti degli ospiti delle Rsa, categoria tra le più colpite dalla pandemia. Ne parliamo con Paola Pessina Presidente della Fondazione Comunitaria Nord Milano. ©ITL/Radio Marconi

Milano | 19 Marzo 2022

Vincere il male con i segni del bene

Nella chiesa dei Santi Giacomo e Giovanni, dove si riuniscono i fedeli ucraini cattolici di rito bizantino, preghiera per le vittime del Covid e della guerra alla presenza del Vicario generale monsignor Agnesi

Parrocchie | 20 Febbraio 2022

«I Fondi Covid ci hanno aiutato e noi abbiamo aiutato altri»

Don Franco Gallivanone, parroco di San Pio V e Santa Maria in Calvairate: «Il contributo ricevuto dalla Cei era più che sufficiente a compensare il calo delle entrate, così ne abbiamo donato una parte a un'altra comunità bisognosa». Molte offerte anche dai fedeli

Parrocchie | 20 Febbraio 2022

«Con l’energia alternativa sopperiamo al calo di entrate»

Gli impianti geotermico e fotovoltaico consentono ai Santi Vito e Modesto di Civate di riscaldare alcuni edifici e di ricavare tra i 1200 e i 1500 euro ogni due mesi per l’elettricità immessa nella rete. Anche per questo la comunità lecchese ha potuto rinunciare ai fondi Covid della Cei per lasciarli a realtà più bisognose