Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

Milano

Acli in piazza per dire stop alla guerra

Partecipazione alla manifestazione in programma il 21 ottobre in piazza della Scala con Arci, Anpi, Cgil, Cisl, Uil, Auser, Legambiente e Libera

19 Ottobre 2022

Ci sono anche le Acli Milanesi tra i promotori del presidio in programma venerdì 21 ottobre, alle 17, in piazza della Scala a Milano.

L’iniziativa si inserisce nella mobilitazione europea Europe for peace promossa dal 21 al 23 ottobre per chiedere un immediato cessate il fuoco e una Conferenza internazionale di Pace che ponga fine alla sanguinosa guerra tra Russia e Ucraina.

«L’impegno per la pace contraddistingue da sempre le Acli milanesi – spiega il presidente Andrea Villa -, come pure il nostro impegno di solidarietà verso la popolazione ucraina sotto attacco e verso tutti i popoli oppressi. L’aggressione della Russia all’Ucraina ha riportato brutalmente la guerra nel cuore dell’Europa, minacciando un conflitto nucleare. Siamo preoccupati per il futuro dell’Europa e del mondo e per questo chiediamo il cessate il fuoco immediato e la convocazione di una conferenza internazionale che stabilisca una pace giusta ed equa. Una pace che mira alla coesistenza pacifica tra i popoli e le nazioni costruita sui principi dell’inaccettabilità dell’uso della forza per l’acquisizione di territori, l’autodeterminazione dei popoli, la protezione delle minoranze etniche in ogni paese. Per tutti questi motivi – conclude Villa – con il pensiero rivolto al popolo ucraino e alle sue sofferenze, saremo venerdì prossimo in piazza insieme alle molte associazioni e circoli che hanno aderito».

Il presidio di Milano, come quelli che si svolgeranno nelle altre città, precede e prepara la manifestazione nazionale del 5 novembre a Roma, a cui aderiscono le associazioni della società civile che chiedono all’Italia, all’Unione Europea e agli Stati membri e alle Nazioni Unite di assumersi la responsabilità dell’avvio del negoziato per fermare l’escalation e raggiungere l’immediato cessate il fuoco.