Già oltre 200 adesioni al convegno organizzato dalla Fom sulla figura degli educatori retribuiti. Don Stefano Guidi: «Una risorsa necessaria sono le competenze pedagogiche». Oltre alla dedizione al servizio

educatori

Venerdì 21 febbraio, dalle 9 alle 13, al Teatro Oscar di Milano (via Lattanzio 58/a), si terrà il convegno «Professione oratorio», dedicato alla figura dell’educatore retribuito in oratorio.

Sono centinaia gli educatori professionali impegnati negli oratori della Diocesi di Milano, con diversi incarichi di responsabilità. La loro presenza in oratorio «alza» la competenza dell’offerta educativa dell’oratorio. Il loro valore professionale è sempre accompagnato da una dedizione al servizio, di cui occorre prendersi cura con una formazione continua.

La Fom (Fondazione oratori milanesi) intende farsi carico dell’accompagnamento pastorale di queste figure retribuite, spesso assunte da enti e cooperative che hanno lo scopo di tutelare la professionalità e il grado di preparazione. Due sono le azioni che la Fom sta portando avanti. Innanzitutto, la costituzione e il coordinamento del Tec (Tavolo enti cooperative), allo scopo di radunare le componenti più significative che impiegano educatori in oratorio, al fine di azioni comuni e condivise (partecipano tra gli altri la cooperativa Aquila&Priscilla, la cooperativa Farsi prossimo di Caritas, la cooperativa Pepita onlus, l’impresa sociale SpazioApertoServizi). Inoltre, l’elaborazione di un percorso formativo in tre date, rivolto a tutti gli educatori professionali che operano nella Diocesi, con l’intento di un aggiornamento pastorale che metta in linea gli operatori su fronti comuni di intervento educativo e di servizio: si terrà al Centro pastorale ambrosiano di Seveso e partirà sabato 29 febbraio.

Il convegno «Professione oratorio» di venerdì 21, intanto, ha lo scopo di radunare molti degli educatori retribuiti (a oggi sono più di 200 gli iscritti alla mattinata) che, da diversa provenienza, operano negli oratori, per rafforzare il senso di appartenenza e di comunione che unisce gli oratori ambrosiani nei percorsi di accompagnamento della crescita umana e cristiana. In un programma denso di interventi, i lavori prevedono una riflessione pastorale circa il ruolo dell’educatore professionale in oratorio, un ampio confronto di scambio e di testimonianze e un momento formativo a cura del tavolo del Tec.

«Ogni oratorio abbia cura di avvalersi degli strumenti educativi, pedagogici e spirituali adeguati – è l’invito rivolto dal direttore della Fom, don Stefano Guidi -. Evitiamo autoreferenzialità e improvvisazione. Una risorsa necessaria sono le competenze pedagogiche. Laddove sono presenti è importante che l’oratorio sappia valorizzare la preparazione pedagogica degli educatori professionali, sia volontari, sia retribuiti».

L’invito alla partecipazione (è richiesta l’iscrizione personale on line), oltre agli educatori professionali che lavorano in oratorio, assunti dalla parrocchia o da enti e cooperative, è rivolto anche ai giovani laureati o studenti nell’ambito delle Scienze della formazione, ed è esteso a parroci, coordinatori degli oratori e membri dei Consigli pastorali o dei Consigli dell’oratorio.

Info: tel. 02.58391350; comunicazionefom@diocesi.milano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi