Percorsi ecclesiali

La Diocesi nel Cammino sinodale

Sirio 20 -25 maggio 2024
Share

Servizio

Consigli parrocchiali, è tempo di rileggere l’esperienza compiuta

In vista del termine del mandato (maggio 2024) e secondo la proposta dell’Arcivescovo, fino a fine settembre gli organismi sono chiamati a riflettere su quanto realizzato. A questo scopo si propone il metodo “sinodale” della Conversazione spirituale

5 Luglio 2023

di Susanna POGGIONI, Simona BERETTA, Stefano POZZATI
Equipe sinodale

Dopo Pasqua ha preso avvio la proposta fatta dal nostro Arcivescovo a tutti i Consigli pastorali e per gli affari economici della Diocesi: cogliere l’occasione del termine del loro mandato – pur se prorogato fino a maggio del 2024 – per rileggere l’esperienza vissuta.

Gli obiettivi

Gli scopi che si potrebbero perseguire sono molteplici.

Anzitutto avviare, laddove non lo si facesse già, una prassi di revisione periodica dell’esperienza che si vive per raccogliere e custodire i punti di forza e i passi positivi compiuti e, nel contempo, individuare i punti deboli, i passi ancora necessari per crescere nella capacità di consigliare in chiave autenticamente ecclesiale e decidere con uno stile sempre più sinodale, cioè in una condivisione e convergenza dettate dall’obbedienza allo Spirito. La custodia di quanto emergesse potrebbe costituire un punto di confronto per le riletture successive e aiutare a mantenere alto l’impegno di crescita.

Un secondo obiettivo potrebbe essere quello di apprendere o incrementare l’utilizzo del metodo proposto per questa rilettura: la Conversazione spirituale (vedi qui una scheda). Si tratta del metodo proposto per tutto il cammino sinodale, a livello di Chiesa sia universale, sia italiana. Un metodo di grande semplicità, ma che richiede attenzione e “disciplina interiore”, come tutte le cose che hanno a che fare con lo Spirito, che sono semplici, ma mai banali.

In questo modo, come Chiesa diocesana, compiremmo non delle riflessioni teoriche sulla sinodalità, ma dei passi concreti in questa direzione, che i Sinodi vogliono promuovere.

Ricavare nuovo slancio

Un esito significativo potrebbe anche essere che, mentre si rilegge l’esperienza, se ne riscoprono il senso e i motivi propulsori. Così, da un gesto che sembrerebbe conclusivo, potrebbe venire nuovo slancio per sostenere e promuovere l’inizio dei nuovi Consigli, capace di coinvolgere anche nuove persone in questo prezioso servizio ecclesiale.

Un ultimo obiettivo sarebbe infine quello di trarre dal lavoro che verrà fatto indicazioni utili per il rinnovo del Direttorio dei Consigli pastorali e per gli affari economici, a cui lavoreranno i Consigli presbiterale e pastorale diocesani nel prossimo autunno.

Un’occasione dunque davvero significativa per la nostra Chiesa, che vale la pena cogliere. Il tempo a disposizione è fino a fine settembre.

Per favorirla, l’Équipe per il Sinodo ha proposto alcune serate online in cui spiegare il senso e il metodo del processo da compiere. Mettiamo a disposizione la registrazione dell’ultimo appuntamento (vedi qui sotto), così che possa essere di aiuto anche a chi non avesse potuto intervenire ai momenti proposti.

Questo contenuto non è disponibile per via delle tue sui cookie