Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

Emergenza

Caritas Ambrosiana, continua il lavoro nella Toscana alluvionata

A Campi Bisenzio sostegno al Centro di ascolto straordinario realizzato con la collaborazione dei parroci. A Vaiano attivato un servizio di pulizia degli ambienti inondati

di Paolo BRIVIO

30 Novembre 2023
Foto Toscana Oggi

Un aiuto concreto. E prolungato. Sfociato, nei primi giorni dopo l’emergenza, nell’invio di una squadra di operatori e volontari. E strutturatosi in seguito sia con la collaborazione per definire metodi e strumenti d’intervento, sia con la fornitura di attrezzature utili ad “asciugare” i danni materiali dell’alluvione.

Si può sintetizzare così il lavoro di Caritas Ambrosiana a favore delle persone e delle comunità colpite, a Firenze, Prato e rispettivi territori, dall’alluvione di inizio novembre. L’intervento si è concretizzato anzitutto nel supporto organizzativo e metodologico fornito ai colleghi toscani, al fine di compiere una corretta e completa analisi dei bisogni determinati dall’evento alluvionale. A Campi Bisenzio (Fi), gli operatori hanno sostenuto e supportato l’apertura del Centro di ascolto straordinario alluvione, pensato per intercettare i bisogni e prestare un aiuto puntuale ai cittadini vittima dell’alluvione. Lo sportello nasce dalla collaborazione con i parroci del Vicariato di Campi e con la Caritas diocesana di Firenze: operativamente, i cittadini alluvionati, specie quelli con fragilità e difficoltà pregresse, possono riferire al Centro di ascolto straordinario i loro bisogni, e ottenere dallo sportello indicazioni su come affrontarli o aiuti concreti. Tra questi ultimi, c’è anche la possibilità di utilizzare per il tempo necessario alcuni deumidificatori (36 in totale) resi disponibili da Caritas Ambrosiana; tali macchine, gestite dallo sportello fiorentino, aiutano ad asciugare le case delle famiglie più in difficoltà, intervento fondamentale dato il freddo invernale ormai alle porte.

Nella diocesi di Prato gli aiuti ambrosiani si sono invece concentrati sui centri abitati più remoti, nei quali sin dai primi momenti post-alluvione è stato più difficile organizzare gli aiuti. In particolare, nel Comune di Vaiano (Prato) è stato attivato, insieme alla Caritas diocesana, un servizio di pulizia degli ambienti, mettendo a disposizione delle squadre di volontari due kit di macchinari (idropulitrici, aspiraliquidi e gruppi elettrogeni) necessari a realizzare le pulizie. In queste comunità la situazione è apparsa subito più grave: tante, infatti, le case abitate da anziani che, soli, non sono ancora riusciti a liberare e pulire gli ambienti dal fango. Anche a Caritas Prato sono infine stati affidati deumidificatori (6) per asciugare le case delle famiglie più bisognose, oltre ad altri altri attrezzi, necessari per pulire e sanificare.

Per sostenere la raccolta fondi di Caritas Ambrosiana

  • CON CARTA DI CREDITO ONLINE: il link alla pagina dedicata
  • IN POSTA C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus – Via S. Bernardino 4 – 20122 Milano
  • CON BONIFICO C/C presso il Banco BPM Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN:IT82Q0503401647000000064700

Causale: Emergenza alluvione Toscana / Le offerte sono detraibili fiscalmente (le informazioni sono disponibili qui)

Leggi anche

Aiuti
Toscana alluvione

Caritas Ambrosiana apre una raccolta fondi a sostegno della Toscana

Sono partiti oggi da Burago i primi volontari di Caritas Ambrosiana con gli aiuti per il territorio e la popolazione vittime dell'alluvione del 3 novembre. Gualzetti: «Ci prepariamo a un affiancamento che potrà essere di lungo periodo»