Speciale

Il dramma di Turchia e Siria

Sirio 22-29 febbraio 2024
Share

Caritas

Turchia e Siria: a un anno dal terremoto, la vicinanza si intensifica

La rete Caritas - ambrosiana, italiana e internazionale - è subito intervenuta dopo il devastante sisma del 6 febbraio 2023, che ha causato 57 mila morti, più di 120 feriti e oltre 4 milioni di sfollati: un impegno che oggi continua con intensità sempre maggiore. I numeri e le prospettive.

di Paolo BRIVIO

6 Febbraio 2024

Esattamente un anno fa, quasi all’alba del 6 febbraio, un devastante terremoto sconvolse la Turchia centro-meridionale e la Siria settentrionale, causando oltre 57 mila morti. Le conseguenze umanitarie apparvero subito catastrofiche (più di 122 mila feriti, quasi 4,5 milioni di sfollati e quasi 18 milioni di persone interessate dagli effetti delle scosse, più di 240 mila edifici danneggiati o distrutti) e molto serie sono rimaste nei mesi successivi e permangono oggi, nonostante l’impegno delle istituzioni dei due paesi e di molteplici soggetti della comunità internazionale, istituzionali e non governativi, a favore della popolazione vittima del sisma.

La rete Caritas, immediatamente mobilitata, ha intensificato la sua azione nel corso del 2023, e la proseguirà per anni, tramite progetti di assistenza, ricostruzione, riattivazione delle reti comunitarie e sociali. Caritas Italiana, che ha raccolto circa 13 milioni di euro e ne ha già impiegati 3,5 milioni, ha coordinato l’azione delle diocesi italiane all’interno del network internazionale. Anche Caritas Ambrosiana ha fatto la sua parte, avendo già destinato agli interventi 915 mila euro: queste risorse, in parte già utilizzate, supporteranno una progettazione pluriennale, da sviluppare grazie allo stretto rapporto con le Caritas nazionali dei due paesi terremotati.

Caritas Italiana e Ambrosiana, anche in virtù dei rapporti maturati nei durissimi anni della guerra civile, hanno orientato la propria operatività e la destinazione delle risorse soprattutto verso la Siria. Paese al quale, in particolare alle città e ai territori di Lattakia e Aleppo, Caritas Ambrosiana ha riservato 555 mila euro (dei 915 mila già destinati), mentre 360 mila sono stati e saranno allocati in Turchia (in particolare nella devastata provincia di Hatay, ma anche a Mersin, Izmir e Istanbul, per aiuti agli sfollati). Con queste risorse, sono stati erogati kit di emergenza (alimentari, prodotti igienici, indumenti, coperte), distribuiti voucher per l’acquisto di beni e servizi, installati container, migliorate le condizioni igieniche di campi e strutture d’accoglienza, distribuito materiale scolastico, organizzati assistenza medica e supporto psicosociale.

Nei prossimi mesi, oltre a proseguire queste azioni, si punta (vedi qui il Rapporto completo) a sviluppare interventi sui fronti del lavoro e delle attività economiche (formazione professionale e tirocini, fondi per riavviare le attività soprattutto di negozianti, fondi per periodi di disoccupazione), a ricostruire scuole e ad aprire centri di aggregazione per minori e giovani.

«La tragedia è stata di tali dimensioni – ricapitola Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana – che non poteva lasciarci inerti. La vicinanza alle popolazioni turca e soprattutto siriana, e non solo alle minoranze cristiane dei due paesi, è stata convinta, partecipe, tangibile. E lo sarà per mesi e anni: tipico dell’azione Caritas, in occasione di grandi crisi umanitarie, è l’impegno di lungo periodo. È doveroso lenire le ferite più acute e immediate, ma è ancora più importante accompagnare, senza paternalismi, il lungo e faticoso cammino di ritessitura di comunità, relazioni, sistemi educativi, sanitari, economico-produttivi. Noi continueremo a stare a fianco dei fratelli di Turchia e Siria, e per farlo continuiamo a chiedere il supporto dei donatori ambrosiani, che ringraziamo per la loro preziosa generosità».

Per sostenere la raccolta fondi di Caritas Ambrosiana

  • CON CARTA DI CREDITO ONLINE: www.caritasambrosiana.it
  • IN POSTA C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus – Via S. Bernardino 4 – 20122 Milano
  • CON BONIFICO C/C presso il Banco BPM Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN:IT82Q0503401647000000064700

Causale: Terremoto Turchia-Siria / Le offerte sono detraibili fiscalmente

Info: https://donazioni.caritasambrosiana.it/donazioni/Terremoto-Turchia-e-Siria-775.asp

Leggi anche

terremoto turchi siria agensir

Il dramma di Turchia e Siria

All'inizio del febbraio 2023 due Paesi sconvolti da un sisma catastrofico. Le testimonianze in loco, gli appelli del Papa e dell’Arcivescovo, la mobilitazione della Caritas

Messaggio
Terremoto Turchia 2023 Foto Caritas Turchia

L’Arcivescovo: «Terremoto, una nuova solidarietà unisca i popoli»

Riflessione sul «dramma tremendo» che ha colpito Turchia e Siria, «enigma che sgomenta e sconcerta, ma che ci provoca a dire e fare qualcosa». Appello alla preghiera e alla generosità. In allegato testimonianze dai due Paesi

di monsignor Mario DELPINI Arcivescovo di Milano

Emergenza
Un campo sfollati in Turchia (foto Caritas)

Turchia e Siria, preghiera e solidarietà concreta alle vittime del terremoto

Domenica 26 marzo la Colletta nazionale nelle chiese italiane a favore delle popolazioni colpite dal sisma. S’intensifica l’azione di Caritas, mercoledì 29 marzo webinar aperto a tutti

Testimonianza
Siria Caritas terremoto

Siria, dopo il terremoto ricostruire gli animi

Danilo Feliciangeli, coordinatore dei progetti nel Paese per Caritas Italiana, racconta di una popolazione già prostrata da 12 anni di guerra e con il 90% di persone in povertà. Il sisma ha riaperto traumi irrisolti e la gente, scioccata, dorme in auto

di Stefania CECCHETTI

Emergenza
Terremoto Turchia 2023 Foto Caritas Turchia

Terremoto, in azione la macchina degli aiuti

Il punto sulle raccolte fondi in Italia e su quanto si sta facendo sul campo: in Turchia gli operatori Caritas coordinano i loro interventi con le autorità pubbliche, in Siria si presta particolare attenzione alle condizioni degli anziani

di Paolo Brivio

Siria
terremoto ad Aleppo

Il parroco di Aleppo sul terremoto: «Una tragedia immane»

Le testimonianze sul sisma che ha colpito anche la Turchia meridionale: il bilancio provvisorio parla di centinaia di morti e feriti, in azione i volontari Caritas. La fidei donum ambrosiana Maria Grazia Zambon sta bene

di Daniele Rocchi Agensir