Redazione

testo e foto di di Luca Frigerio
————————————
Quel consiglio era stato davvero prezioso, doveva riconoscerlo. Lui, Bernardo Bellotto, veneziano di nascita, di professione pittore, non appena arrivato a Milano si era guardato attorno, alla ricerca di soggetti interessanti, a caccia di paesaggi adatti al suo giovane, ma già capace, pennello. E qualcosa aveva subito trovato, certo, ma voleva di più. «Vada su, verso Varese», gli aveva detto allora qualcuno. «Vada a Gazzada, dove c’è una bella villa, e un panorama incantevole. E se poi è fortunato, vedrà la Rosa montagna come specchiarsi nel lago…». Il ventenne Bellotto non se l’era fatto ripetere. E poi lui alla fortuna credeva. Era sua amica, ne aveva già avuto prova in passato. Arrivò a Gazzada una sera di maggio del 1744. L’indomani cominciò a mettere mano a uno dei suoi capolavori. L’aria tersa, quasi frizzante. Una luce brillante, che accendeva i contrasti. Degli edifici rurali in primo piano. Poi, a salire, la nobile dimora dei Perabò, il lago e i monti a far da sfondo. Il suo maestro in Laguna, il grande Canaletto, avrebbe approvato.

Duecento e sessant’anni sono passati da allora, giorno più, giorno meno. Molto è cambiato da quando il pittore veneziano s’aggirava quassù. Ma molto altro è rimasto. Un fascino duraturo, innanzitutto. E poi la quiete, la serenità che ancora avvolge la grande casa al culmine di Gazzada, protetta da boschi e prati a perdita d’occhio, deliziata da una vista che apre il cuore. Una sorpresa che si rinnova, anche se a Villa Cagnola – come oggi si chiama – ci si è già stati, anche se si è tornati più e più volte. In principio, forse, vi era qui un piccolo fortilizio, una struttura di tipo militare, creata per controllare il territorio, sfruttando la favorevole posizione strategica dell’altura.
Quel che è certo, è che dal Seicento la famiglia Perabò ne fece il suo rifugio di campagna. Un edificio ampio, forse più funzionale che bello, circondato di pratici orti più che di giardini decorativi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi