ITALIA - Itinerari culturali Lorenzo Lotto -   -   - Lorenzo Lotto non ebbe una vita facile. Inquieto di fronte alla crisi delle certezze umanistiche, deluso da un mondo litigioso e corrotto, coraggioso nella proposta di una solidarietà tra gli uomini, l’artista ci svela ancor oggi un mondo dell’anima che un Rinascimento fatto di furbizie, di lotte, di ambizioni, di potere, di ricchezze, non conosce. La delusione, la speranza, il senso della vita e della morte sono le componenti fondamentali dell’arte lottesca. Egli è il pittore non già della Riforma protestante (come erratamente sospettato per lungo tempo), ma di un modo autenticamente cristiano, e profondo, di intendere la fede. Gli affreschi di Trescore Balneario, ad esempio, hanno l’intensità emotiva di una sacra rappresentazione secondo i canoni dell’antica e popolare tradizione. Ma, allo stesso tempo, per rendere più credibile il racconto, il Lotto anticipa certe conquiste moderne del narrare per immagini successive, realizzando quasi una sequenza cinematografica. I vari episodi di santa Barbara hanno l’immediatezza di una cronaca dove tutto è raccontato, dove le donne sono occupate nelle faccende domestiche, gli uomini uccidono, la violenza si consuma brutalmente, mentre la natura - il paesaggio e le serene colline immerse nel verde - sta a guardare impassibile. Prima d’essere narrati, questi fatti sono innanzitutto fatti della coscienza, dove tutto ritorna alla schiettezza delle origini, alla semplicità degli umili. Lorenzo Lotto, nell’oratorio Suardi come in buona parte della sua produzione artistica, respinge ogni legame con le regole rinascimentali, creando una simbiosi di immagini in cui l’unità di tempo e di luogo non è fisica ma "metafisica", e ha il suo centro nella pietà religiosa, nell’amore a Cristo. A Trescore, insomma, il maestro crea la "terza via" dell’arte del Rinascimento: mentre Raffaello nelle Stanze vaticane esalta la grandezza umana, mentre Michelangelo nella Sistina si interroga sulla fragilità derivata dal peccato, Lotto, di fronte al problema di un destino comune, invita alla fraternità e alla comprensione tra gli uomini.      


Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi