di Carlo Maria MARTINI
Arcivescovo emerito di Milano

don carlo gnocchi

Ricordo bene come ebbi a iniziare il processo diocesano in vista della beatificazione di don Carlo nel 1987. Grande dunque è la mia gioia oggi nel vedere questa straordinaria figura di prete ambrosiano proclamato beato. Il beato don Gnocchi è un po’ il simbolo della molteplicità delle vocazioni di un prete diocesano. Egli non fu mai parroco in una parrocchia, ma si distinse come educatore, poi come cappellano militare e infine come apostolo della carità. Questo mi fa dire che la vocazione del prete ambrosiano è molto ampia e occorre procedere con questa larghezza di vedute. È naturalmente molto significativo che questa beatificazione avvenga durante l’Anno Sacerdotale voluto da Benedetto XVI. L’esempio di questo beato, il suo coraggio nell’affrontare anche percorsi nuovi e la sua speranza rimangono una testimonianza per tutti i nostri preti e per i nostri fedeli.

Carlo Maria Martini
Arcivescovo emerito di Milano

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi