Redazione

Sabato 29 novembre le Commissioni decanali per la formazione all’impegno sociale e politico (Fisp) si incontreranno per il consueto incontro diocesano di avvento.

L’appuntamento è presso la Sala Convegni della Curia in Piazza Fontana 2 a Milano, dalle ore 14.30 alle 17.00.

Il pomeriggio si aprirà con la preghiera a cui farà seguito la relazione di Mons. Mario Spezzibottiani su “il Percorso pastorale diocesano e la Fisp”.
Seguirà il dibattito su queste linee fondamentali.
Nella seconda parte dell’incontro ascolteremo un intervento di don Silvano Caccia, responsabile del Servizio per la Famiglia della nostra Diocesi e di Gianna Savaris, Segretario generale del Comitato Lombardo delle Associazioni Familiari del Forum delle Associazioni familiari, che presenteranno il Corso “ La Famiglia come ‘Soggetto’ Sociale. Riconoscere – Relazionarsi – Promuovere”.

L’Arcivescovo nel percorso diocesano affida a tutta la comunità diocesana il compito di “conoscere, condividere e diffondere la Dottrina Sociale della Chiesa”.
E afferma che per poter essere effettivamente “sale e luce” nella società, bisogna riappropriarsene, consentendo alla stessa di diventare strumento di discernimento il più popolare possibile. Lo stesso Sinodo ambrosiano 47° (cost. 563,1) prevede che nel cammino educativo di ogni parrocchia e di ogni realtà o aggregazione ecclesiale, si innesti questo soprattutto nella nella catechesi ordinaria.
E’ questo un modo – non facoltativo, ma essenziale e necessario – per rispondere al mandato missionario ricevuto dal Signore e per assumere il compito non derogabile della “nuova evangelizzazione”.

E’ necessario dunque rinnovare e rilanciare una “presenza evangelica” nei diversi ambienti di vita sociale, così da far crescere la “qualità umana” della società. Ci è chiesto, oggi e in questo contesto ecclesiale, culturale, sociale e politico, di riaffermare, di fronte a tutti e in ogni contesto, “ che il "primato della persona” va salvaguardato e promosso in ogni caso e in ogni situazione in ogni angolo della terra e dell’esperienza umana .

Occorre favorire, e dove latita far rinascere nel laico cristiano, la passione per la fedeltà al compito di promuovere la dignità della persona umana, per rendere ogni persona veramente e pienamente libera, cioè responsabile e pronta a lavorare per il bene di tutti, per il bene comune . Di questa responsabilità, noi cristiani per primi dobbiamo essere testimoni fieri, convinti e tenaci.

E’ il tempo di una nuova responsabilità , senza aspettare che siano solo gli altri, o le istituzioni, a intervenire!
Lo strumento pastorale “Commissioni Fisp” è a servizio di ciò, oltre che essere una rete di relazionalità umana all’interno della comunità cristiana.

Don Giuliano Parravicini
Responsabile segreteria FISP

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi